Reggina a tappe forzate verso la salvezza

(Tempo di lettura: 2 - 3 minuti)

Sono i giorni decisivi per superare la crisi societaria e per mantenere gli amaranto in serie B: il prossimo 22 giugno scade il termine per l’iscrizione

Si è fatto avanti un potenziale acquirente del club. L’appello delle istituzioni: «Serve adesso una spinta etica ed emotiva ulteriore»

Sono i giorni decisivi per conoscere il futuro della Reggina nel campionato di serie B. Le trattative per scongiurare la crisi societaria che ha colpito il club dopo le vicissitudini giudiziarie del vecchio management sono entrate nel vivo, perché si avvicina l'ora X, il 22 giugno, termine ultimo per iscriversi alla cadetteria.
Il potenziale acquirente della Reggina ha inviato la documentazione ufficiale al tribunale per la manifestazione di interesse a rilevare la società: secondo fonti accreditate, l'acquirente ha predisposto un piano di investimenti e di ammortamento del debito, piano che sarà esaminato dal Tribunale prima di dare il via libera, atteso in questo fine settimana. La potenziale nuova proprietà si appresta ad avere in mano la fideiussione da 800.000 euro da presentare per l’iscrizione. La procedura prevede che poi sarà il momento di sottoscrivere il piano di rateizzazione dell’Agenzia delle Entrate, e dopo quest'ultimo passaggio, se ovviamente tutto andrà bene, si potranno espletare tutte le pratiche per l’iscrizione.
Ovviamente, nell'ambiente amaranto c'è apprensione anche se rispetto alle passate settimane si respira maggiore ottimismo, perché adesso ci sono comunque fatti concrete e volontà precise. Anche le istituzioni sono sempre mobiliate. Il sindaco facente funzioni della Città Metropolitana Carmelo Versace ha lanciato un appello al potenziale acquirente «ad una spinta emotiva ed etica ulteriore che vada anche al di là delle legittime valutazioni strettamente imprenditoriali. Tanto più se si dovesse trattare di imprenditore calabrese, egli sa perfettamente quanto la nostra terra abbia necessità assoluta di punti di aggregazione e la Reggina è uno dei pochissimi che ancora oggi esercita pienamente questo ruolo. Da parte mia e degli enti territoriali - ha sottolineato ancora il sindaco ff - garantisco totale disponibilità a collaborare col club per trovare assieme vie di sviluppo e percorsi di crescita dei quali possa giovarsi l'intera comunità, a partire da una visione moderna ed efficiente degli impianti sportivi».
Versace ha quindi aggiunto: «Siamo pronti a sederci a qualunque tavolo per costruire insieme un futuro in cui la squadra sia sempre più agganciata al territorio, come è sempre accaduto tutte le volte che le sorti della Reggina hanno sorriso alla sua gente. Già dal giorno dopo alla chiusura positiva della trattativa di cessione garantisco personalmente piena disponibilità a un'ampia collaborazione. Oggi, ora, però, non posso esimermi da questo appello: non si faccia morire la Reggina, la gente di Reggio ha sempre ripagato con entusiasmo chi ha scommesso su di lei».

 

 

contenuto-riservato-agli-abbonati

L'articolo integrale nel Settimanale di venerdì in formato digitale:

pagamento-abbonati

"Contributi incassati nel 2021: Euro 311.422,44. Indicazione resa ai sensi della lettera f) del comma 2 dell'articolo 5 del decreto legislativo 15 maggio 2017, n. 70"