1140x150-completo-di-qrcode

antincendio-calabriaverde-2023

Il Crotone punta sulla continuità

(Tempo di lettura: 2 - 3 minuti)

Non è più solo una voce, adesso c'è anche l'ufficialità: per il prossimo campionato di Lega Pro la società rossoblù ha confermato l'allenatore Lamberto Zauli 

Il tecnico della passata stagione alla fine prevale su tutti i nomi che erano circolati nell'ambiente.  Per lui contratto fino a giugno del 2024

Non è più solo una voce, ora c'è anche l'ufficialità. In vista del prossimo campionato di Lega Pro il Crotone calcio ha confermato l’allenatore Lamberto Zauli, che ha sottoscritto un contratto fino al giugno 2024. «Avanti insieme», è stato questo il lapidario commento della società per rendere nota la conferma di Zauli, che nei prossimi giorni terrà una conferenza stampa per tracciare le linee per la prossima stagione.

Arrivato a Crotone nel febbraio di quest’anno per sostituire Franco Lerda, Zauli ha portato il Crotone fino al secondo posto dietro il Catanzaro per poi giocarsi i play off dai quali, però, la squadra rossoblù è stata eliminata dal Foggia. Dopo la fine dei playoff la strada tra Crotone e Zauli sembrava ormai definitivamente accantonata, e nel mirino della società del patron Vrenna erano finiti diversi nomi come quelli di Pazienza, Aquilani, Gorgone, Gallo. Ma all'improvviso Zauli è ritornato prepotentemente in lizza, e che il rinnovo potesse diventare realtà l'aveva fatto capire il dg Raffaele Vrenna in una conferenza stampa. «Il passaggio con Zauli era obbligatorio – ha detto Raffaele Vrenna – perché comunque gli sono piovute addosso molte critiche ma bisogna anche riconoscere altre cose. Il mister ha dovuto tenere alta la concentrazione in una fase del campionato in cui non avevamo più niente da conquistare. Poi il Foggia è arrivato alla partita dei play-off con molti più minuti di noi nelle gambe. E bisogna anche considerare che Zauli ha allenato una squadra che aveva già trovato così. Non aveva contribuito alla scelta dei giocatori non estate e nemmeno nel calcio mercato di gennaio». Un segnale abbastanza chiaro, quello del dg del Crotone, segnale poi confermato dai fatti.

Intanto, Gianni Vrenna, presidente del gruppo che detiene anche la proprietà del Crotone, ha diffuso una nota in relazione al coinvolgimento della società in un'inchiesta della Dda di Catanzaro. «Vista la risonanza mediatica, mi preme sottolineare – ha detto Gianni Vrenna - che non ci vengono contestati, neanche provvisoriamente, reati riconducibili alla criminalità organizzata. Siamo pienamente rispettosi del lavoro della Procura, ma allo stesso tempo siamo già impegnati nel produrre, attraverso i nostri avvocati, tutta la documentazione relativa alla gestione delle attività delle nostre aziende e ai rapporti con gli enti pubblici per chiarire definitivamente la nostra posizione. Siamo molto sereni, certi di aver operato sempre nella massima trasparenza e nel pieno rispetto delle norme. E siamo convinti che la Procura presterà la massima attenzione alle nostre deduzioni».

contenuto-riservato-agli-abbonati

L'articolo integrale nel Settimanale di venerdì in formato digitale:

pagamento-abbonati

read

Contributi incassati nel 2022: euro 290.022,88. Indicazione resa ai sensi della lettera f) del comma 2 dell'articolo 5 del decreto legislativo 15 maggio 2017, n. 70.”