Il Cosenza riparte nel segno di Gemmi

(Tempo di lettura: 2 - 3 minuti)

La società rossoblù ha affidato ufficialmente il ruolo di direttore sportivo al dirigente campano che vanta positive esperienze in realtà come Pisa e Brescia

Primo incontro con mister Bisoli, che va verso la riconferma alla guida della panchina bruzia per il prossimo campionato di serie B

Parte nel segno di Roberto Gemmi, e nel segno della concretezza, la programmazione del prossimo campionato di serie B da parte del Cosenza. La società rossoblù ha infatti definito una delle caselle fondamentali dell'assetto manageriale del club, affidando a Gemmi il ruolo di direttore sportivo.
Nato a Torre del Greco il primo gennaio del 1975, Gemmi, laureato in Scienze Motorie e Scienze Politiche, Gemmi vanta un curriculum di assoluto prestigio: il dirigente campano ha ricoperto il ruolo di vicedirettore per tre stagioni a Verona e due a Varese, nel 2015 è stato responsabile scouting del Carpi, nel 2016 il passaggio all’Arezzo nel ruolo di direttore sportivo, incarico mantenuto fino al novembre 2017. A giugno del 2018 la chiamata del Pisa. Con i toscani Gemmi ha conquistato subito la promozione in serie B e per due anni consecutivi la salvezza diretta. Nel 2021 viene scelto come direttore sportivo del Brescia che lascia dopo un breve periodo. «A Roberto Gemmi, che ha siglato un accordo valido fino al 30 giugno 2023 con possibilità di rinnovo per la stagione successiva, il benvenuto della società nella famiglia rossoblù», si è affermato in una nota ufficiale del Cosenza Calcio. E fin dai suoi primi giorninel capoluogo bruzio Gemmi si è messo al lavoro, partendo dal primo obiettivo: quello di chiudere anche la casella della guida tecnica del Cosenza. In quesito contesto il nuovo direttore sportivo ha già avuto un oprino incontro con lister Bisoli, l'allenatore che ha condotto i rossoblù alla salvezza nei playout contro il Vicneza. Secondo quanto è emerso dall'incontro, ci sarebbero tutte le condizioni per una permanenza di Bisoli sulla panchina rossoblù.
nostre, la società ha iniziato a occuparsi anche di questioni di carattere logistico e organizzativo. Il Cosenza Calcio ha quindi comunicato di aver sancito un accordo triennale con la società Real Cosenza per l’utilizzo del campo in erba naturale per le attività di allenamento. Questo accordo consentirà alla società di poter usufruire di un ulteriore campo di allenamento al fine di poter affrontare al meglio la stagione agonistica.
Infine, il Cosenza Calcio ha anche informato che non ha subito conseguenze, dall’incidente in cui è stato coinvolto, Andrea Hristov. Il calciatore del Cosenza era a bordo di uno dei bus della Nazionale Bulgara che ha subito un sinistro a Tbilisi alla vigilia della gara con la Georgia. La società ha espresso «solidarietà alla Nazionale Bulgara e auguriamo una pronta guarigione agli atleti che hanno subito conseguenze fisiche», ha scritto il sodalizio sui propri canali ufficiali.

 

contenuto-riservato-agli-abbonati

L'articolo integrale nel Settimanale di venerdì in formato digitale:

pagamento-abbonati

"Contributi incassati nel 2021: Euro 311.422,44. Indicazione resa ai sensi della lettera f) del comma 2 dell'articolo 5 del decreto legislativo 15 maggio 2017, n. 70"