La Rari Nantes conquista lo Stretto

(Tempo di lettura: 2 - 3 minuti)

Larga vittoria a Messina e secondo posto in classifica consolidato per l'Auditore Crotone nell'ultimo turno del campionato di serie B di pallanuoto maschile

Match sempre in controllo dei pitagorici, che resiste alla reazione dei padroni di casa e poi prende il largo. Mvp Massimo Giacoppo

Vittoria larga e secondo posto in classifica consolidato. Si chiude con saldo sicuramente positivo la trasferta in terra siciliana della Rari Nantes Auditore Crotone, che nell'ultimo turno del campionato di serie B di pallanuoto maschile espugna la piscina della Ssd UniMe.

Match sempre in controllo della Rari Nantes Auditore Crotone, che ha preso il largo e poi gestito il vantaggio. Protagonista assoluto tra i pitagorici Massimo Giacoppo, medaglia olimpica a Londra 2012, che ha guidato la sua squadra alla vittoria per 9-16. Oltre a lui un altro messinese, ed ex della sfida, il fratello Enrico. Tra le fila universitarie a segno per tre volte Cama e Raineri. L’UniMe dopo l’inizio shock (0-5) ha provato a reagire nel secondo parziale, l’unico non perso che si è concluso in parità (3-3). A metà secondo periodo infatti era arrivata a -2, sotto 4-6, ma l’Auditore ha rimesso subito in chiaro le cose riallungando nel punteggio.

La partita. L’UniMe ha la prima chance di passare in vantaggio col rigore di Claudio Geloso che si stampa sulla traversa. Dall’altra parte non fa sconti Crotone che alla prima occasione, in superiorità numerica, va a segno con Cusmano, in pochi minuti Tkac, Massimo Giacoppo due volte, e Zovko arrotondano in modo pesante per gli ospiti. Sotto 0-5 nel finale di quarto arriva la prima rete universitaria con Claudio Geloso che finalizza in superiorità numerica. Il secondo quarto si apre con la Rari Nantes che trova il sesto gol con Tkac, poi la riscossa UniMe vede Vinci, Raineri (su rigore) e Cama andare a segno portando Messina a -2 sul 4-6, ma prima della sirena la Rari Nantes Crotone risponde con le reti di Ursino e Cusmano. Equilibrio ad inizio terzo quarto, rete di Ursino per i pitagorici risponde Raineri in superiorità dopo il time out chiamato da coach Misiti per imbastire al meglio l’azione. Doppio Abela per Crotone mette nuovamente distanza tra le due formazioni, Raineri accorcia, ma Tkac cala la tripletta che ricaccia Messina dietro sul 6-12.

Nell’ultimo parziale non si arresta la spinta degli uomini di coach Arcuri che aprono con le reti di Tkac, Massimo Giacoppo su rigore e Zovko in ripartenza. Sotto per 6-15 Messina trova la rete di Lupeji, per Crotone a segno anche Fusto. Messina chiude quantomeno in attacco, trovando nel finale altre due reti con Cama che rende meno pesante il passivo.

IL TABELLINO MESSINA-CROTONE 9-16 (Parziali: 1-5, 3-3, 2-4, 3-4) Superiorità numeriche: 2/6, 2/5. Rigori: 1/2, 1/1. Rari Nantes Auditore Crotone: Sibilla, Amatruda, Abela 2, Zovko 2, Cusmano 2, Tkac 4, Giacoppo M. 3, Giacoppo E., Ursino 2, Candigliota, Fusto 1, Palermo. Allenatore Francesco Arcuri.

contenuto-riservato-agli-abbonati

L'articolo integrale nel Settimanale di venerdì in formato digitale:

pagamento-abbonati

read

Contributi incassati nel 2022: euro 290.022,88. Indicazione resa ai sensi della lettera f) del comma 2 dell'articolo 5 del decreto legislativo 15 maggio 2017, n. 70.”