Spada, conferme per Cosenza e Reggio

(Tempo di lettura: 2 - 3 minuti)

Al “Valentini-Maiorana” di Castrolibero Club Scherma e Accademia protagonisti delle seconde prove regionali per le categorie Assoluti e Cadetti/Giovani 

Molte le sfide davvero appassionanti. Doppietta per Mariachiara Pellicanò mentre i cosentini Dodaro e Franco si sono contesi due finali

Cosentini e reggini protagonisti alle seconde prove regionali per le categorie Assoluti e Cadetti/Giovani di spada. Le gare si sono svolte presso l’Istituto di Istruzione Superiore Valentini-Majorana di Castrolibero grazie all’organizzazione del Club Scherma Cosenza.

Nella prima giornata gli Assoluti, in corsa per la gara zonale di Montesilvano, ambivano a staccare almeno uno degli otto pass (6 per la maschile e 2 per la femminile) messi a disposizione al primo 30% dei classificati. Qui Francesco Dodaro del Club Scherma Cosenza ha rispettato i pronostici d’oro dettati dalle precedenti prove regionali, dividendosi ancora una volta la finale col collega rossoblu Anthony Franco. Qualificati anche Antonio Zupi (Cosenza) ed Emanuele Cerbella (Platania Scherma) – terzi ex aequo – e poi Raffaele Perri (Platania) e Luca Ielo (Accademia della Scherma Reggio). Li hanno seguiti negli otto Giuseppe Bruno (Platania) e Alberto Santise (Cosenza). Come il Club Scherma Cosenza, che ha occupato quasi per intero il podio maschile, così anche l’Accademia della Scherma Reggio Calabria che nella femminile ha sfoggiato in serie Mariachiara Pellicanò, Anna Bentivogli e Sara Fiore, seguite dalle atlete del Club Scherma Cosenza Giulia Runco – terza ex aequo – e Giulia De Carli. Pellicanò e Bentivogli.

Nella seconda tornata di prove è toccato ai Cadetti/Giovani, in lizza per la qualificazione alle rispettive gare di Salsomaggiore. Podio tutto reggino nella spada femminile, con Mariachiara Pellicanò ad accaparrarsi il bis sconfiggendo in finale la compagna Chiara Cosentino. Sempre terza Sara Fiore, stavolta assieme ad Elsa Costarella di Scherma Reggio. Ai piedi del podio Giulia Runco e Giulia De Carli, poi le accademiche reggine Mirella Dattola ed Anna Bentivogli. Nell’ennesima riedizione della finale maschile Dodaro ha mancato la doppietta e ceduto il passo ad Anthony Franco, pur rimanendo il primo della sua categoria. Terzi ex aequo Manuel Campana (Platania) e Lorenzo Cordova (Accademia Reggio Calabria), seguiti da Alberto Santise, Alessandro Madeo (Cosenza), Gabriele Serpieri (Capo d’Armi Scherma Ceans) e Francesco Martire (Cosenza).

Il primo 50% degli iscritti complessivi ha ottenuto la qualificazione alla gara Giovani, aperta anche alla categoria Cadetti. Nella femminile le prime 6 classificate. Nella maschile, oltre agli otto premiati, Francesco Mingrone (Cosenza), Filippo Marcianò (Scherma Reggio), Antonio Barilà (Cosenza) ed Emanuele Cerbella (Platania). Il 50% dei Cadetti qualificati alla prova pertinente ha coinvolto le prime 5 classificate della gara femminile e i primi 9 Cadetti della maschile. 

contenuto-riservato-agli-abbonati

L'articolo integrale nel Settimanale di venerdì in formato digitale:

pagamento-abbonati

read

Contributi incassati nel 2022: euro 290.022,88. Indicazione resa ai sensi della lettera f) del comma 2 dell'articolo 5 del decreto legislativo 15 maggio 2017, n. 70.”