Cosenza in caduta libera e rovinosa

(Tempo di lettura: 2 - 3 minuti)

I lupi sempre più in crisi e sempre più ultimi in classifica nel campionato di serie B dopo la sconfitta per 2-0 maturata nei minuti finali a Modena

Cosentini apprezzabili per un tempo, poi però una ripresa completamente da dimenticare. In bilico adesso anche la panchina di Viali 

Notte sempre più fonda e sempre più buia per un Cosenza ormai in caduta libera, fanalino di coda in serie B, con un presente di grandi difficoltà tecniche e psicologiche e un futuro molto incerto. La nuova sconfitta rimediata a Modena - un 2-0 maturato nei minuti finali, al fondo di una gara nemmeno disprezzabile dei lupi - ha ulteriormente aggravato una situazione già complicata e ora quasi irrimediabilmente compromessa. I rossoblù hanno disputato un buon primo tempo ma sono crollati nella ripresa: rispetto al girone di andata sono già cinque i punti in meno conquistati.

«È sempre difficile analizzare con lucidità la partita, perché siamo influenzati dalla classifica», ha commentato mister Viali. «Abbiamo provato a fare la partita, e per un’ora abbiamo fatto molto bene. C’è stata una grande occasione a porta vuota che poteva cambiare la partita. Poi a dieci minuti dalla fine abbiamo preso un gol davvero inaccettabile per come è maturato, perché ci vuole determinazione e coraggio in questi match. Non meritavamo la sconfitta ma se non fai gol non vai avanti. In classifica le distanza sono  rimaste identiche ma per il nostro percorso rompe le scatole uscire con questa sconfitta. Io - ha rilevato mister Viali - sono l’allenatore del Cosenza e la squadra dimostra che crede in quello che fa perché non so quanti sono venuti a Modena a fare la partita. Certo non sono contento del risultato. Ci vuole l’atteggiamento giusto e sono arrabbiato. Nel calcio si deve anche soffrire, sull’1-0 ci voleva più cattiveria».

Così mister Viali, ma l realtà è che anche la sua guida tecnica è fortemente in discussione, al punto che si parla di un ritorno sulla panchina del Cosenza di Dionigi, così come non mancano le critiche al diesse Gemmi. Inoltre a rendere il clima in casa rossoblù poco sereno la tensione ormai evidente tra la società del presidente Guarascio e la tifoseria, che vuole un cambio di proprietà. 

IL TABELLINO MODENA COSENZA 2-0 MODENA (4-3-1-2): Gagno; Oukhadda, Pergreffi, Cittadini, Renzetti (48 st Coppolaro); Armellino (35 st Magnino), Gerli, Gargiulo; Tremolada (15 st Giovannini); Falcinelli (15 st Bonfanti), Diaw (15 st Strizzolo). A disp.: Seculin, Duca, Mosti, Silvestri, Poli, De Maio, Panada. All.: Tesser. COSENZA (4-3-1-2): Micai; Rispoli (35 st Rigione), Vaisanen, Meroni, La Vardera (22 st Martino); Brescianini, Voca, Florenzi; Cortinovis (28 st D’Urso); Zilli (22 st Larrivey), Finotto (28 st Brignola). A disp.: Marson, Lai, Venturi, Prestianni, Kornvig, Marras, Merola. All.: Viali. ARBITRO: Minelli di Varese. MARCATORI: 38 st Gerli (M), 40 st Giovannini (M).

contenuto-riservato-agli-abbonati

L'articolo integrale nel Settimanale di venerdì in formato digitale:

pagamento-abbonati

read

Contributi incassati nel 2022: euro 290.022,88. Indicazione resa ai sensi della lettera f) del comma 2 dell'articolo 5 del decreto legislativo 15 maggio 2017, n. 70.”