1140x150-completo-di-qrcode

antincendio-calabriaverde-2023

(Tempo di lettura: 2 - 3 minuti)
Cosenza, derby tra fascino e voglia di vincere

Cosenza, derby tra fascino e voglia di vincere

La sfida delle sfide, il derby dei derby.

L'appuntamento clou di questa fase del campionato di serie B per il Cosenza è arrivato: la trasferta a Catanzaro per l'incontro tanto atteso contro i giallorossi. Un incontro che ha tanti significati, il più importante dei quali tuttavia stavolta riguarda la classifica, perché sia il Cosenza sia il Catanzaro sono in zona playoff e dunque la posta in palio nella gara di domani è altissima, al di là del campanile.

Per questo anche a Cosenza è febbre derby da diversi giorni, come conferma l'attaccante Simone Mazzocchi: «Ad oggi siamo soddisfatti di quanto abbiamo fatto, in alcune gare avremmo potuto avere un atteggiamento migliore, ma il campionato è difficile e ogni partita fa storia a sé, noi cerchiamo di dare sempre il massimo. Adesso - ha ricordato Mazzocchi - c'è il derby, al quale noi giocatori teniamo quanto i tifosi. Già da qualche settimana in città non si parla d'altro, partite come questa hanno un fascino tutto loro e per noi che scendiamo in campo è importantissima la carica che ci danno i nostri tifosi, vogliamo arrivare a questo appuntamento nel migliore dei modi e faremo di tutto per vincere».

Al Ceravolo sarà la settima sfida nel campionato cadetto tra Catanzaro e Cosenza. I precedenti sorridono nettamente ai giallorossi, che possono vantare tre vittorie che vanno dal 1962, 1-0 firmato Zavaglio, al 1989 con un netto 3-0 con tripletta di Massimo Palanca. Nel mezzo sempre in favore del Catanzaro c’è un 2-0 con le reti di Ragonesi e ancora Zavaglio. L’ultima sfida in serie B tra le due squadre calabresi è

datata 18 marzo 1990 fini 0-0 con il ritorno di Gianni Di Marzio in panchina. A fine stagione i rossoblù riuscirono a mantenere la categoria mentre i giallorossi non riuscirono a salvarsi retrocedendo in serie C. Gli atri due pareggi risalgono alla notte dei tempi, per la verità, visto che sono datati 25 febbraio 1962 - 1-1 il risultato finale - e 10 marzo del 1947 con un pari a reti bianche.

Sul piano più squisitamente tecnico c'è molta curiosità sull'11 che schiererà l'allenato del Cosenza Caserta. Nell'ultima amichevole dei rossoblù Caserta ha mischiato un po' le carte in tavola proponendo un'inedita difesa a tre, ma secondo gli addetti ai lavori è probabile che contro il Catanzaro il tecnico cosentino punti sul collaudato 4-2-3-1 in cui possano trovare posto i giocatori maggiormente pronti ad affrontare sfide cariche di pressioni come quella del Ceravolo. Per Caserta comunque un buon motivo di ottimismo è la possibilità di disporre di diversi attaccanti: Forte e Mazzocchi, anzitutto ma anche Canotto, Marras, Tutino e Voca.

Vota questo articolo
(0 Voti)

Contributi incassati nel 2022: euro 290.022,88. Indicazione resa ai sensi della lettera f) del comma 2 dell'articolo 5 del decreto legislativo 15 maggio 2017, n. 70.”