Covid, nuova "fiammata" in Calabria

(Tempo di lettura: 2 - 3 minuti)

Confermate le previsioni e le preoccupazioni degli esperti: anche nella nostra regione il numero dei contagi e il tasso di positività hanno ripreso a crescere

Situazione non allarmante ma le istituzioni invitano i cittadini alla prudenza. La Regione ribadisce l’importanza delle vaccinazioni

Nuova "fiammata" del Covid 19 che in Calabria ha ripreso a correre in modo piuttosto sostenuto, confermando le previsioni e le preoccupazioni degli esperti. Si temeva una ripresa dei contagi e così è stato, in tutto il Paese e anche nella nostra regione: negli ultimi giorni infatti la Regione, nei suoi bollettini giornalieri, ha registrato un aumento dei casi positivi, che hanno di nuovo superato abbondantemente quota 1.000 al giorno, e del tasso di positività, tornato sul 25%, percentuale piuttosto alta, per complessivi oltre 31mila "attualmente positivi" all'ultima rilevazione regionale. Cresce inoltre il numero delle vittime, in Calabria oltre 2.650 dall'inizio dell'emergenza, mentre il tasso di ospedalizzazione è tornato a salire anche se ancora sotto le soglie di allerta e non c’è allarme soprattutto quello nelle rianimazioni: i ricoveri nei reparti sono circa 150, quelli in terapia intensiva 5.
In generale, comunque, la situazione non è drammatica, ma tanto basta per indurre la Regione a rilanciare la campagna vaccinale. In una circolare il Dipartimento Tutela della Salute ha ricordato che «i vaccini hanno salvato la vita a milioni di persone in tutto il mondo. È importante non abbassare la guardia: la popolazione più a rischio si deve proteggere attraverso la somministrazione della quarta dose. Per questo la Regione Calabria non ha mai chiuso i Centri vaccinali e ha attivato un programma di vaccinazione domiciliare per raggiungere anche quelle persone che non sono in grado, per motivi di salute, di muoversi da casa. Basterà contattare, anche via mail, uno dei referenti indicati sul sito internet della Regione, oppure direttamente il gruppo tecnico regionale per l’emergenza Covid-19 (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.). Il virus continua a circolare tra la popolazione e in determinate categorie di persone può essere molto pericoloso se non letale. Lo dimostra uno studio dell’Università di Catanzaro condotto insieme alla Regione Calabria nelle terapie intensive del nostro territorio. Il 75% dei ricoverati in rianimazione che ha sviluppato la malattia in forma grave non ha completato il ciclo vaccinale. E il restante 25% con 3 dosi di vaccino era over 80 o con elementi di fragilità. Sul sito della Regione Calabria è consultabile l’elenco dei centri divisi per Provincia, con i rispettivi orari di apertura». Il dipartimento Tutela della Salute della Regione Calabria e il gruppo tecnico regionale per la gestione dell'emergenza Covid hanno poi predisposto un piano contenente le linee di indirizzo per la gestione dei casi positivi al Coronavirus ospiti di strutture ricettive.

contenuto-riservato-agli-abbonati

L'articolo integrale nel Settimanale di venerdì in formato digitale:

pagamento-abbonati

"Contributi incassati nel 2021: Euro 311.422,44. Indicazione resa ai sensi della lettera f) del comma 2 dell'articolo 5 del decreto legislativo 15 maggio 2017, n. 70"