Catanzaro si prepara al duello Donato-Fiorita

(Tempo di lettura: 1 - 2 minuti)

Domenica l’atteso ballottaggio nel capoluogo calabrese, chiamato a eleggere il nuovo sindaco dopo l’era Abramo: la sfida è tra i due docenti universitari

Caldissimo il dibattito elettorale in vista della sfida finale tra i competitor. In Calabria vanno al voto anche i Comuni di Acri e Paola

Si avvicina il grande giorno del ballottaggio di Catanzaro. Domenica il capoluogo calabrese torna alle urne per eleggere il prossimo sindaco della città: la sfida sarà tra due docenti universitari, Valerio Donato, che al primo turno ha raggiunto il 44,01%, e Nicola Fiorita, che al primo turno ha raggiunto il 31,7%.
Al primo turno Donato è stato sostenuto da una coalizione di 10 liste, di area centrodestra, centrosinistra e moderate, mentre Fiorita è stato sostenuto da una coalizione di centrosinistra comprensiva anche del Pd e del Movimento 5 Stelle. La particolarità del voto di Catanzaro, al primo turno, è stata che le liste della coalizione di Donato hanno complessivamente superato il 50% dei consensi, e quindi avranno sicuramente la maggioranza dei seggi in Consiglio comunale: questa situazione apre la possibilità allo scenario dell'"anatra zoppa", cioè di un sindaco di minoranza se al ballottaggio dovesse prevalere Fiorita. Il tema dell'"anatra zoppa" è stato uno dei più "caldi" nel comunque “caldissimo” dibattito elettorale dopo il primo turno, con la coalizione di Donato che ha insistentemente paventato il rischio e la coalizione di Fiorita che invece ha sostenuto non essere un problema.

contenuto-riservato-agli-abbonati

L'articolo integrale nel Settimanale di venerdì in formato digitale:

pagamento-abbonati

"Contributi incassati nel 2021: Euro 311.422,44. Indicazione resa ai sensi della lettera f) del comma 2 dell'articolo 5 del decreto legislativo 15 maggio 2017, n. 70"