Calabria, scende (finalmente) il tasso di disoccupazione

(Tempo di lettura: 1 - 2 minuti)

L’annuale rapporto della Banca d’Italia evidenzia interessanti miglioramenti nel mercato del lavoro, che ha beneficiato della ripresa produttiva

Secondo il report dell’istituto, nel 2021 il numero di occupati nella nostra regione è aumentato dell’1,4% rispetto all’anno precedente

Scende il tasso di disoccupazione in Calabria: a rilevarlo è la Filiale di Catanzaro della Banca d’Italia nel rapporto annuale presentato in una conferenza stampa nel capoluogo calabrese. Il report, in sintesi, evidenzia che in Calabria «il mercato del lavoro calabrese ha beneficiato della ripresa produttiva. In particolare, nel 2021 sono cresciute le posizioni di lavoro dipendente, in un quadro che è stato caratterizzato da un ritorno delle assunzioni su livelli di poco inferiori a quelli del 2019 e da un numero ancora contenuto di cessazioni».
Per Bankitalia «la domanda di lavoro delle imprese ha favorito soprattutto le posizioni a bassa qualifica e a termine, mentre rimangono ridotte le assunzioni previste nelle categorie professionali più qualificate. Nonostante la rimozione del blocco introdotto durante la crisi da Covid-19, i licenziamenti sono rimasti ancora contenuti mentre vi è stata una risalita delle dimissioni volontarie, che potrebbero essere in buona parte connesse con transizioni da un lavoro a un altro nello stesso settore». Nel dettaglio – rimarca la Banca d'Italia - «nel corso del 2021 le condizioni del mercato del lavoro hanno mostrato segnali di recupero. Secondo i dati della Rilevazione sulle forze di lavoro dell’Istat, il numero di occupati calabresi è aumentato dell’1,4% rispetto all’anno precedente. La ripresa dell’occupazione è stata più intensa nella prima parte dell’anno e soprattutto nel corso della stagione estiva. Il tasso di occupazione è tornato invece ai livelli pre-pandemia (42,0%), per effetto della riduzione della popolazione in età da lavoro. Distinguendo per genere – prosegue il rapporto - l’incremento dell’occupazione ha riguardato quasi esclusivamente le donne, per le quali la riduzione nel 2020 era stata più accentuata».

contenuto-riservato-agli-abbonati

L'articolo integrale nel Settimanale di venerdì in formato digitale:

pagamento-abbonati

"Contributi incassati nel 2021: Euro 311.422,44. Indicazione resa ai sensi della lettera f) del comma 2 dell'articolo 5 del decreto legislativo 15 maggio 2017, n. 70"