(Tempo di lettura: 1 - 2 minuti)
Calo immatricolazioni mezzi pesanti, -12,4% in Calabria

Calo immatricolazioni mezzi pesanti, -12,4% in Calabria

CATANZARO - Da gennaio a settembre 2020 in Calabria le immatricolazioni di veicoli pesanti per il trasporto di merci e persone sono calate del 12,4%

rispetto allo stesso periodo del 2019. In particolare le immatricolazioni di autocarri per il trasporto merci sono diminuite del 12,4%, quelle di autoveicoli speciali del 10,2% e quelle di trattori stradali o motrici del 36,2%. In controtendenza i dati sulle immatricolazioni di autobus, che sono aumentate del 102,5%. I dati, è scritto in una nota, derivano da un'elaborazione del Centro Studi Continental su dati Aci. "Pesa su questi dati - è scritto nella nota - il blocco delle attività produttive e di trasporto nei mesi del lockdown a causa dell'emergenza Coronavirus".
In generale, le immatricolazioni di veicoli pesanti per il trasporto di merci e persone sono calate in tutte le province calabresi, come dimostrano i dati negativi di Reggio Calabria (-26,5%), Vibo Valentia (-17,1%), Crotone (-15%), Catanzaro (-11,3%) e Cosenza (-1,6%).
Nel comparto delle immatricolazioni di autobus spiccano i dati positivi di Catanzaro (+200%), Reggio Calabria (+146,2%) e Cosenza (+88,9%), mentre a Crotone vi è stato un calo del 66,7% e a Vibo Valentia la situazione è rimasta invariata. Sono tutti in calo, invece, i dati relativi alle immatricolazioni di autocarri; si va dal -1,5% di Cosenza, al -5,5% di Catanzaro, al -13,3% di Crotone per arrivare al -21,1% di Vibo Valentia e al -34% di Reggio Calabria. Nel comparto degli autoveicoli speciali le immatricolazioni sono positive a Vibo Valentia (+35,7%) e a Catanzaro (+5,6%). Nel comparto dei trattori stradali, infine, dati negativi sulle immatricolazioni nei primi nove mesi del 2020 sono stati registrati in tutte le province calabresi.
(ANSA)

Ultima modifica il Giovedì, 22 Ottobre 2020 12:08
Vota questo articolo
(0 Voti)