1140x150-completo-di-qrcode

antincendio-calabriaverde-2023

(Tempo di lettura: 2 - 3 minuti)
Una grande Cosenza nonostante la sconfitta

Una grande Cosenza nonostante la sconfitta

Grande nonostante la sconfitta.

l'ultima giornata del campionato di serie A di calcio a 5 consegna una Pirossigeno bella ma incompiuta, costretta allo stop dalla forte Feldi Eboli campione in carica, ma anche dalla sfortuna. I lupi, già privi di Iaria, Fanelli e Bavaresco, a inizio secondo tempo hanno perso anche Petry, espulso in occasione del fallo, piuttosto dubbio, che poi ha causato il rigore decisivo realizzato da Patias. Nonostante questo il quintetto di mister Tuoto, passato per primo in vantaggio con il secondo gol stagionale di Leonardo Del Ferraro e, rimontato, ha messo alle corde i campani sfiorando il pareggio più volte. La sirena finale certifica la sconfitta di misura dei lupi con il risultato di 2-1.

La cronaca. Gara equilibrata in avvio. L'unico squillo è dei padroni di casa con Patias che prova un colpo sotto su Del Ferraro in uscita. Il portiere dei lupi non abbocca e qualche secondo più tardi supera la metà campo palla al piede e beffa Montefalcone con un pallonetto delizioso. Reazione immediata della Feldi affidata ad un palo colpito da Calderolli. All'ottavo occasione per Poti ma l'estremo difensore campano si oppone. Cosenza ancora pericoloso su una ripartenza ben orchestrata da Petry che regala un cioccolatino a capitan Marchio, Montefalcone dice no. La Feldi trova il gol del pari al 13' grazie a Calderolli. La Pirossigeno ribatte colpo su colpo alle folate offensive dei padroni di casa e a quattro minuti dall'intervallo si produce in un'azione spettacolare che porta alla conclusione di Poti, fuori di pochissimo. Ghiottissima doppia chance sui piedi di Adornato sugli

sviluppi di un corner battuto da Pagliuso, miracoloso due volte Montefalcone. Il portiere delle volpi nega la gioia del gol anche a Marchio.

In apertura di secondo tempo è Marchio ad impegnare severamente Montefalcone. Si mette male per la Pirossigeno: il direttore di gara concede un penalty ai padroni di casa per un fallo di Petry che si becca il secondo giallo e finisce anzitempo sotto la doccia. Dal dischetto Patias non lascia scampo a Del Ferraro e porta in vantaggio i campioni d'Italia. Ci prova Grandinetti a pareggiare i conti ma sul suo diagonale è bravo a respingere ancora una volta Monfalcone. Il portiere campano si supera al 12' sulle conclusioni a stretto giro di Marchio e Poti. I lupi ci provano fino all'ultimo secondo ma il muro dell'Eboli regge e il risultato non cambia più.

«Siamo riusciti a giocare una grande partita», ha commentato l’allenatore del Cosenza Tuoto, che si è detto «soddisfatto perché ancora una volta i ragazzi hanno dimostrato di poter competere con tutti».

Vota questo articolo
(0 Voti)

Contributi incassati nel 2022: euro 290.022,88. Indicazione resa ai sensi della lettera f) del comma 2 dell'articolo 5 del decreto legislativo 15 maggio 2017, n. 70.”