1140x150-completo-di-qrcode

antincendio-calabriaverde-2023

(Tempo di lettura: 2 - 3 minuti)
Rari Nantes Auditore, la strada si fa in salita

Rari Nantes Auditore, la strada si fa in salita

Un avversario fortissimo ma anche qualche

decisione arbitrale che ha lasciato perplessi. Nella gara 1 della finale playoff della serie A2 di pallanuoto la Rari Nantes Auditore Crotone si deve arrendere alla Rari Nantes Florentia. Testa, fisico, grinta e fattore campo: sono stati questi gli ingredienti con cui Firenze ha battuto i pitagorici, vincendo abbastanza nettamente alla fine - 11-5 il punteggio conclusivo - e mettendo in cassaforte il primo match point, in attesa della sfida di ritorno in Calabria.

In una piscina Nannini gremita, sotto gli occhi del commissario tecnico della Nazionale italiana Alessandro Campagna la squadra di Minetti è salita in cattedra mostrando un attacco di quantità e una difesa di qualità, con schemi, azioni e ripartenze praticamente perfette nei primi due tempi, che hanno deciso l’andamento del match nonostante la bella reazione degli ospiti nel finale. Per la Rari Nantes Crotone di mister Arcuri subito un inizio in salita per la partenza sprint dei padroni di casa ma anche per un paio di scelte dell'arbitro ritenute dai pitagorici penalizzanti. Sul piano tecnico comunque è stata una Florentia straripante, capace di arrivare all’intervallo sul parziale 8 a 1, e di conquistare alla fine un successo meritato

che mette in discesa dal punto di vista emotivo la trasferta in casa della Rari Nantes Crotone. Una gara 2 che potrebbe essere decisiva in caso di vittoria dei toscani, ma che non cambia le sorti delle due squadre, come ha confermato a fine partita il tecnico gigliato Luca Minetti. A loro volta, sul fronte crotonese, c'è ancora grande voglia di proseguire nel sogno promozione, come hanno commentato due dei "pilastri" della formazione di Crotone, Federico Lapenna e Massimo Giacoppo.

«Sapevamo - ha detto Lapenna - che questa partita sarebbe stata difficile e abbiamo avuto un inizio complicato perché si è subito dimostrato che sicuramente gli arbitri fanno di tutto per indirizzarla in un certo binario. Noi sappiamo che per vincere dobbiamo vincere due volte, quindi adesso subito testa a gara 2 che dovrà essere una battaglia ».

Secondo Massimo Giacoppo «è stata una partita molto maschia, una vera e propria finale. Loro sono stati molto aggressivi, affrontando la partita come andava affrontata una finale in casa, in effetti. Siamo andati subito sotto per nostri errori ma dobbiamo dire anche per qualche fischio arbitrale molto discutibile anche se ovviamente abbiamo le nostre responsabilità. Però abbiamo anche avuto una reazione ottima nel momento più difficile della partita e non abbiamo mai mollato. Un plauso comunque sia alla Florentia ma anche a noi».

Vota questo articolo
(0 Voti)

 Contributi incassati nel 2023: Euro 290.022,88. lndicazione resa ai sensi della lettera f) del comma 2 dell'articolo 5 del decreto legislativo 15 maggio 2017, n. 70