1140x150-completo-di-qrcode

antincendio-calabriaverde-2023

(Tempo di lettura: 2 - 3 minuti)
Overtime fatale ma la Viola c’è

Overtime fatale ma la Viola c’è

Impresa sfiorata per la Pallacanestro Viola Reggio Calabria

che nell'ultimo turno del campionato di serie B Interregionale perde solo all'overtime in casa del Ragusa riportando la prima sconfitta esterna della stagione. Termina 105-98 a favore dei siciliani che piegano una Viola comunque da applausi, che paga una scarsa percentuale ai liberi e l’infortunio di capitan Binelli: per i nerorancio, autori di un inizio di stagione davvero positivo, la conferma del positivo lavoro fin qui svolto.

La partenza in attacco di Brown e Gaetano compensa l’ottimo sprint di Tyrtyshnyk, che realizza 11 punti in 10’ con tre conclusioni dall’arco. Sorrentino segna un gran canestro uscendo dalla panchina, gli attacchi prevalgono sulle difese e al 5’ una tripla di Cioppa mette un timido possesso fra le squadre (15-12). Nel batti e ribatti Mavric si fa spazio a rimbalzo d’attacco (20-23), Sorrentino impatta da tre, Vavoli chiude un ottimo contropiede ma a mettere la freccia è ancora Brown con un jumper sulla sirena (27-25). La prima metà del secondo quarto è speculare al primo. Ragusa attacca bene col doppio play, ma perde qualche giro in difesa. Il primo a fare la differenza è Calvi: due triple e un recupero difensivo del lungo

di Recupido regalano a Ragusa la prima mini-fuga (44-39). Brown segna il +8 contro un tentativo di zona. All’intervallo il tabellone recita 49-43 per la squadra di casa.

Dopo l’intervallo Ragusa sembra averne di più. Si stringono le maglie in difesa e nell’altra metà campo arrivano tiri aperti: Simon e Cioppa puniscono dall’arco, Reggio si riavvicina (59-55) con un minibreak di 0-5, ma poi due canestri di Gaetano – l’ultimo favorito da un assist di Epifani – ridanno margine a Ragusa (65-55 al 28’). Ancora Epifani scarta un cioccolatino per Calvi, che spinge la Virtus sul +12. La tripla di Sorrentino completa un parziale di 11-0 e riscrive il massimo vantaggio (70-55). Un paio di sbavature offensive restituiscono speranza agli ospiti: 70-58 al 30’. La Viola è squadra quadrata e rimette tutto in discussione: 88-86 Virtus a 22” dalla fine. Tyrtyshnyk fa 2 su 2 dalla lunetta con 10 secondi sul cronometro. L’ultimo possesso di Ragusa si perde con un tiro impossibile di Sorrentino: si va all’overtime.

La Virtus, con il reparto lunghi azzerato (fuori anche l’ex Gaetano), si affida al tiro dell’arco e rimette il naso avanti con le triple di Simon e Brown (94-92). È un canestro pesantissimo di Epifani, il primo della sua partita, a scavare il nuovo solco per i padroni di casa: 97-92. Simon segna a 56” dalla fine la nuova tripla del +6 (100-94) decisivo per il più sette finale.

L.M.

Vota questo articolo
(0 Voti)

 Contributi incassati nel 2023: Euro 290.022,88. lndicazione resa ai sensi della lettera f) del comma 2 dell'articolo 5 del decreto legislativo 15 maggio 2017, n. 70