(Tempo di lettura: 1 minuto)
Ortopedia ferma all'ospedale di Locri

Ortopedia ferma all'ospedale di Locri

La mancanza della volontà di individuare soluzioni concrete e durature, e la disorganizzazione generale che regna all'interno dell'Azienda sanitaria provinciale di Reggio Calabria, sono le cause a monte della drammatica situazione in cui versa l'ospedale di Locri e in particolare il reparto di Ortopedia «oggi sostanzialmente chiuso».

Questo il filo conduttore della lettera che ieri, riporta la Gazzetta del Sud in edicola, il segretario generale aggiunto della Cisdl-Fp di Reggio Calabria Pino Rubino ha trasmesso al prefetto di Reggio Calabria Massimo Mariano. La missiva è stata inviata anche al sindaco di Locri Giovanni Calabrese, al commissario regionale per il Piano di rientro, generale Cotticelli, e, per conoscenza, alla commissione straordinaria dell'Asp reggina, ai neo direttore sanitario e amministrativo aziendale ed al referente dei commissari per l'ospedale di Locri, Sergio Raimondo.

Vota questo articolo
(0 Voti)

"Contributi incassati nel 2020: Euro 290.022,88. Indicazione resa ai sensi della lettera f) del comma 2 dell'articolo 5 del decreto legislativo 15 maggio 2017, n. 70"