(Tempo di lettura: 2 - 3 minuti)

Sopralluogo alla cittadella

Lo stato di avanzamento dei lavori registra il 54 per cento. La realizzazione della Cittadella regionale a Germaneto di Catanzaro, con una crescita del 10 per cento rispetto a gennaio scorso.

Per fare il punto sull'andamento dei lavori, il presidente della regione Giuseppe Scopelliti ha compiuto stamani un sopralluogo sul cantiere accompagnato, tra gli altri, dagli assessori ai Lavori pubblici Giuseppe Gentile, ed al personale Domenico Tallini e dal presidente della Provincia di Catanzaro Wanda Ferro. "C'é stato qualche piccolo rallentamento - ha detto Scopelliti incontrando i giornalisti - perché come Amministrazione abbiamo chiesto la realizzazione di open space che ha comportato la rimodulazione dell'impiantistica. In tal modo vogliamo dare una capacità di risposta migliore dell'Ente rispetto al pa ssato con il dirigente che ha un suo spazio e dieci postazioni per il personale. Ciò consentirà di far crescere lo spirito di collaborazione e la funzionalità dell'ufficio. Questa scelta, inoltre, ha comportato l'aumento delle postazioni di lavoro da 1.711 a 1.831 con una riduzione del costo per singolo posto di lavoro che è passato da 64 mila a 60 mila euro. In questo momento ci sono 180 unità che lavorano nel cantiere, e questo è il picco dall'inizio dei lavori". "Il cronoprogramma - ha proseguito il Governatore - procede. I rallentamenti ci sono stati anche per la necessità della ditta di avere certezza dei pagamenti e per noi questo è un elemento importante, quindi c'é il massimo impegno a garantirli. Alla ditta abbiamo anche chiesto di mantenere fede all'impegno di concludere i lavori entro la fine del 2013, ed anche se un piccolo ritardo potrebbe essere possibile noi abbiamo chiesto la tempestività. Per noi è importante entrare in questo edificio nel 2014 per incrementare la qualità dei servizi perché tutta la squadra sta in un unico sito e può lavorare in sintonia. L'attuale distribuzione rallenta anche i controlli. Una volta ultimato, l'edificio ospiterà, nella struttura centrale la presidenza e gli assessorati e nei corpi laterali gli uffici dei dirigenti e degli assessorati. Finalmente sarà realtà la casa dei calabresi e dell'organo che ha il compito di dare risposte alle loro richieste". Gentile ha espresso l'auspicio che entro il prossimo anno possa essere effettuato il trasferimento di tutti gli uffici della Giunta nel nuovo palazzo. "Se ce la mettiamo tutta, e in questo senso c'é la volontà del Presidente e della Regione - ha detto Gentile - ce la faremo, soprattutto per dare ai calabresi la possibilità di ottenere risposte senza dover girare tutto il giorno per uffici sparsi in tutta la città. Inoltre risparmieremo 6-7 milioni di euro di fitti". Tallini, dal canto suo, ha ringraziato Scopelliti "da catanzarese, ma adesso da calabrese, perché ridà dignità alla Regione Calabria, l'unica a non avere ancora una casa regionale. Abbiamo trovato quattro ferri e un mare di guai, ma senza parlare del passato, Scopelliti ha dato priorità alla Cittadella". Wanda Ferro, infine, ha sottolineato come gli open space siano "una sfida vincente anche in termini di trasparenza e di praticità per ch si rivolge ad un assessorato. L'augurio è di poter vedere nel 2014 la struttura abitata dai dipendenti della Regione".

Ultima modifica il Giovedì, 28 Marzo 2013 12:49
Vota questo articolo
(0 Voti)