Riparte il Teatro di Calabria con Poiesis

Riparte il Teatro di Calabria con Poiesis

CATANZARO - Il Teatro di Calabria riparte con Poiesis, il ciclo di incontri di Teatro, Arte, Letteratura e Musica curato dal TdC

con il patrocinio della Provincia di Catanzaro e della Fondazione Guglielmo. Arriva dunque al suo quinto anno di vita e per l’occasione sbarcherà nelle sale del Museo di Arte Contemporanea di Catanzaro, dove si terranno gli appuntamenti della rassegna invernale dedicati all'Arte in tutte le sue forme.

La stagione 2019-2020 si preannuncia ricca di sorprese e di nuove emozioni: la partenza è affidata al recital dedicato ad Alessandro Manzoni, tra i più grandi autori della letteratura moderna a livello mondiale.

"Alessandro Manzoni è considerato generalmente come un poeta calmo, sereno, d'una imperturbabile mitezza, come il poeta della pace e dell'armonia. [...]. Io oso affermare che Alessandro Manzoni è stato uno scrittore di combattimento, ed il suo spirito uno spirito audacemente innovatore."

Nelle parole di Gaetano Negri si rintraccia il cuore della forza letteraria di Manzoni e la potenza della sua rivoluzionaria opera poetica. Le opere manzoniane mostrano, solo in apparenza, una sorta di compostezza, di calma: analizzandole nel profondo si scopre, tuttavia, la grandezza ardimentosa del pensiero del grande autore ottocentesco che ha letteralmente sconvolto i canoni letterari della modernità.

Nel corso del primo appuntamento di Poiesis, il Teatro di Calabria guiderà lo spettatore alla scoperta della forza delle opere manzoniane, dei suoi personaggi sconfitti, ma mai vinti dall' "inquieta Provvidenza" che anima ogni creazione dell'autore milanese.

Soprattutto, l'intento del primo incontro di Poiesis sarà quello di “scardinare” il falso mito che affligge la figura di Manzoni e le sue opere, “I promessi sposi” in primis: cioè quello di autore “noioso” e creatore di storie che hanno tormentato gli anni di scuola di studenti di tutte le età. E invece, Manzoni è molto di più: è il creatore di un mondo narrativo incredibile, ricco e rivoluzionario che può regalare sorprese anche incredibili al lettore più scettico.

Luigi La Rosa curerà le introduzioni esplicative, mentre gli Attori della Compagnia del Teatro di Calabria interpreteranno brani tratti dalla tragedia "Adelchi", dagli "Inni sacri" e da "I promessi sposi".

Vota questo articolo
(0 Voti)
Devi effettuare il login per inviare commenti