1140x150-completo-di-qrcode

antincendio-calabriaverde-2023

(Tempo di lettura: 1 - 2 minuti)

Rappresentazione teatrale catanzarese in scena a Parma,le congratulazioni del vicesindaco Esposito

 

Il vicesindaco Esposito fa e sue congratulazioni alla compagnia “Teatro dei XXIII”: “grazie alle associazioni la citta’ sta rafforzando la sua tradizione culturale”

 

“È con immenso piacere che ho voluto supportare lo spettacolo “Delle corrose carni, Dido et Aeneas”, dell’associazione catanzarese “Teatro dei XXIII”, che è stata inscenata ieri, in prima assoluta e in versione ridotta, a Parma”.
Lo ha affermato il vicesindaco e assessore alla cultura Sinibaldo Esposito, che si è voluto congratulare di persona con il giovane autore del Capoluogo, Rosario Amato, l’attrice Rosa Macrì e i danzatori Filippo Stabile e Angela Valeria Russo: “La nostra Città continua ad avere una tradizione culturale viva e apprezzata anche fuori dai confini calabresi – ha proseguito Esposito – come dimostrato dalla scelta del “Teatro dei XXIII” quale unica compagnia regionale chiamata a rappresentare una sua opera nel festival per i giovani, il dramma e la danza del centro emiliano. L’Amministrazione comunale ha deciso fin dall’inizio della sua legislatura di affiancare la passione e l’impegno dei tanti giovani catanzaresi che ritrovano nel teatro un luogo in cui esprimere i propri pensieri più profondi e rappresentare il significato delle tante sfaccettature della vita con forme innovative, come in questo caso il teatro-danza, legate a linguaggi più tradizionali. Il Comune sta credendo veramente nell’azione delle tante associazioni teatrali della Città, che stanno ricreando all’interno del panorama culturale catanzarese una vera e propria primavera del palcoscenico. Farò il possibile – ha concluso – perché “Delle corrosi carni” possa andare in scena, in versione integrale, all’auditorium Casalinuovo”.
L’associazione “Teatro dei XXIII”, fondata a Catanzaro da Rosario Amato, sviluppa testi per il teatro-danza. “Delle corrose carni, Dido et Aeneas” è una rielaborazione in chiave contemporanea e post psicanalitica dei capitoli dell’Eneide dedicati a Didone e al principe troiano. Lo spettacolo è co-prodotto da Monica Casadei, una delle più affermate registe italiane di teatro-danza.

Vota questo articolo
(0 Voti)

Contributi incassati nel 2022: euro 290.022,88. Indicazione resa ai sensi della lettera f) del comma 2 dell'articolo 5 del decreto legislativo 15 maggio 2017, n. 70.”