(Tempo di lettura: 1 - 2 minuti)

Giornata della Memoria in ricordo delle vittime delle mafie

 La Giornata della Memoria e dell’Impegno in ricordo di tutte le vittime delle mafie, con la lettura dei nomi delle vittime.

Giovedi 21 marzo appuntamento nelle piazze di Crotone, Cirò Marina e Cutro.


I coordinamenti territoriali dell’organizzazione “"Libera. Associazioni, nomi e numeri contro le mafie"” organizzano la Giornata della Memoria e dell’Impegno in ricordo di tutte le vittime delle mafie, con la lettura dei nomi delle vittime. Libera nasce il 25 marzo 1995 con l'intento di sollecitare la società civile nella lotta alle mafie e promuovere legalità e giustizia. Molteplici gli appuntamenti in tutta Italia; testimoniano la loro volontà di contrastare alla criminalità organizzata anche i cittadini di Crotone, Cirò Marina e Cutro.
A Crotone appuntamento ore 10.15, presentazione della giornata ore 10,30. La lettura dei nomi delle vittime delle mafie avverrà alle 10,45: saranno ricordati tutti quegli uomini e quelle donne che da semplici cittadini, da giornalisti, da sacerdoti, appartenenti alle forze dell’ordine, magistrati o da esponenti politici sono morti per mano delle mafie.Il corteo camminerà fino al Duomo dove si celebrerà una Messa di suffragio.

A Cutro la commemorazione si svolgerà senza cortei. Presso il giardino del Centro di Educazione alla Legalità e Ambiente alle ore 9.00, gli alunni della scuola elementare di Steccato di Cutro e quelli della scuola media di San Leonardo insieme ai volontari del WWF di Crotone, ricorderanno le vittime delle mafie attraverso la natura. Pianteranno cinque alberi, donati dall’Amministrazione Comunale di Cutro, che verranno dedicati ad altrettante vittime di mafia di cui i ragazzi racconteranno la storia.
La giornata della memoria a Cirò Marina inizia nel primo pomeriggio: appuntamento in Piazza Diaz alle 15,30 e corteo verso Piazza Kennedy dove verranno letti, verso le 16,15 , i nomi delle vittime innocenti di mafia del territorio.La commemorazione si concluderà all’interno della Sala Consiliare dove, dopo il saluto del sindaco, degli interventi ricordaranno alcune delle vittime.

 

Ultima modifica il Giovedì, 21 Marzo 2013 19:57
Vota questo articolo
(0 Voti)