(Tempo di lettura: 1 minuto)

Anche Siderno in corteo per le vittime della mafia.

Associazione "Libera" tocca anche Siderno. Molte le vittine innocenti delle mafie e ormai da anni Libera le ricorda con iniziative, cortei e la caratteristica lettura ad alta voce dei nomi delle vittime.

Siderno - Oggi 21 marzo inizia la primavera, ma il pensiero di molti non è diretto a fiori e rondini, ma a morte, tragedie, ingiustizia e voglia di libertà dalla mafia, dalla paura di questa e dal dolore che questa crea tra i cittadini onesti. 
Dedicato alle vittime di mafia, l'associazione Libera e le scuole di Siderno sono state protagoniste e promotrici dell'annuale manifestazione in ricordo di caduti innocenti sotto i colpi delle mafie.
Partenza del corteo poco prima delle nove da via Torrente Arena.
Un corteo particolarmente silenzioso, formato da ragazzi e ragazze delle scuole di Siderno, inizia il suo cammino da un luogo significativo, la stada in cui c’è il museo che ricorda il martirio di Gianluca Congiusta.
Prima di entrare in municipio i ragazzi fanno una sosta davanti al monumento dei caduti, in piazza Vittorio Veneto, dove un trombettiere suona un toccante Silenzio. Quindi l'ingresso nella sala, gremita di gente, dove i partecipanti sono stati accolti dal commissario straordinario del Comune, Luca Rotondi.

Vota questo articolo
(0 Voti)