Microsoft Office 2013 gratis per gli studenti dell’Università della Calabria grazie alla disponibilità del colosso informatico

La disponibilità del colosso informatico arricchisce i servizi offerti dall’Ateneo.

Verrebbe quasi da non crederci, visti i numeri in gioco. Non si tratta, però, né di una burla, né di un progetto fantasmagorico, genericamente delineato e dalla incerta tempistica, ma di un importante investimento culturale e organizzativo, di cui si avvantaggeranno gli oltre 33 mila iscritti dell’Università della Calabria. 

Stiamo parlando, infatti, della disponibilità gratuita per gli studenti dell’Ateneo del pacchetto Microsoft Office 2013 e di tutti i servizi Microsoft Office 365 su cloud.
Un’iniziativa, frutto della consolidata collaborazione tra Microsoft e l’Unical, che il rettore, Gino Mirocle Crisci, presenta con comprensibile soddisfazione come <una nuova significativa conferma dell’attenzione riservata ai veri protagonisti della vita universitaria, le migliaia di iscritti che ogni giorno popolano il nostro Campus e ai quali dobbiamo fornire risposte concrete e soluzioni adeguate ai loro bisogni>.
L’Unical è la terza università italiana ad attivare questo servizio, dopo Tor Vergata e Luiss. “L’operazione Microsoft” non comporterà alcun onere per l’Ateneo.
A beneficiare, già dai prossimi giorni, del “pacchetto” software messo a disposizione dal colosso informatico americano, saranno gli studenti in regola con il pagamento delle tasse, ognuno dei quali riceverà le indicazioni necessarie per usufruire della nuova opportunità attraverso la casella di posta elettronica assegnatagli dall’Università.
I software e i servizi ad essi collegati (Word, Exel, PowerPoint, OneNote ed altro ancora) potranno essere installati su un massimo di 5 Pc e Mac e su 5 tablet, inclusi Ipad e dispositivi iPhone/Android.
In caso di problemi, sarà sufficiente inviare una richiesta di assistenza all’indirizzo https://helpdesk.unical.it, predisposto dal Settore Supporto Servizi del Centro ICT d’Ateneo, che ha gestito ogni fase del progetto con Microsoft, e tutto sarà rapidamente risolto.
“Siamo molto soddisfatti per questo risultato”, afferma ancora il rettore Crisci, “ma possiamo e dobbiamo fare di più. Il nostro impegno deve puntare a rafforzare la capacità complessiva dell’Ateneo di essere all’altezza del ruolo che gli compete, facendo del Campus il luogo ideale in cui i nostri ragazzi possono formarsi ed ottenere il massimo, sotto tutti i punti di vista. Oggi certamente possiamo affermare di mettere a loro disposizione alcuni strumenti informativi utilissimi, la cui conoscenza è destinata ad avere riflessi positivi nel presente e in prospettiva. Non va sottovalutato – prosegue Crisci – che l’accesso alle tecnologie informatiche e, in particolare, la conoscenza di Microsoft Office risulta fondamentale nella ricerca di un lavoro. Il pacchetto Microsoft infatti – conclude il rettore dell’Unical - è compreso tra le 20 competenze più importanti per tutte le occupazioni ed è richiesto esplicitamente nel 15% delle posizioni adatto potenziale di crescita e retribuzione”.
Sulla stessa lunghezza d’onda Emilio Civetta, Direttore della divisione Education di Microsoft Italia: “Le nuove tecnologie devono guidare l’evoluzione del mondo dell’istruzione e la formazione accademica presso le università italiane può trarre beneficio dell’utilizzo di strumenti evoluti, in grado di migliorare la condivisione di conoscenze e la collaborazione tra studenti e docenti. L’Università della Calabria rappresenta un punto di riferimento per il Sud Italia e la sua apertura verso l’innovazione tecnologica è un segnale positivo, che siamo sicuri possa rappresentare un elemento di competitività per il territorio. Le competenze tecnologiche sono del resto ampiamente richieste nel mondo del lavoro e grazie all’accordo con Microsoft nell’ambito dell’iniziativa Student Advantage, gli studenti di UniCal potranno iniziare a prendere dimestichezza con una piattaforma di produttività cloud avanzata come Office 365, che con gli applicativi Office e funzioni di messaggistica e collaborazione potrà rappresentare per loro un valido strumento di studio oggi e di lavoro in futuro”

Vota questo articolo
(0 Voti)
Devi effettuare il login per inviare commenti

Ad2