Covid-19: mentre l'uomo ha paura, la Natura rinasce

Covid-19: mentre l'uomo ha paura, la Natura rinasce

Come se il mondo avesse il bisogno di rinascere.

Abbiamo tirato la corda, ci siamo sentiti i padroni di un mondo che ci accoglie, che ci tiene al sicuro.
Abbiamo sfruttato la Natura, fino al collasso, sacrificando esemplari, distruggendone l'habitat, l'atmosfera e la normale composizione del Pianeta.
Siamo riusciti a sciogliere i ghiacciai, a ricoprire di fiamme il polmone della Terra, siamo stati spietati, mossi dalla cattiveria.
Abbiamo ucciso gli animali per imbandire le nostre tavole, per crearne abiti di lusso. Ma di lusso c'è ben poco.
Oggi che la Natura ci muove contro, abbiamo paura.
Il virus minaccia la nostra salute, la nostra vita, così la Natura rinasce.
Le strade sono vuote, l'aria migliora, l'inquinamento prende una piega diversa, diminuisce, ridando la vita a chi abbiamo ucciso.
Oggi abbiamo paura e ci fermiamo, ognuno nella propria abitazione per salvarci da un Virus che ci contagia, senza pietà, senza badare all'identità di nessuno, esattamente come abbiamo fatto noi.
Così i pesci tornano a nuotare nei mari, ripopolano i fiumi, liberi.
Così gli alberi tornano a respirare, senza la paura di essere bruciati, sradicati.
Il cielo diventa più limpido, l'aria si fa pulita e, in un giorno di Primavera, la neve ricopre gran parte delle città Italiane.
La Natura si sente libera.
Covid-19 ha cambiato il nostro punto di vista sulla vita, rimescolandone i valori e lasciando spazio alla riflessione e alla paura.
Oggi la nostra vita è in pericolo, mentre la Natura rinasce.

Vota questo articolo
(0 Voti)

Digital Editions | Prime pagine

DIGITAL EDITIONS | ABBONATI