(Tempo di lettura: 2 - 3 minuti)

L’assessore Fedele visita gli immobili di Ferrovie della Calabria di Cosenza trasferiti alla Regione

L’assessore regionale ai trasporti Luigi Fedele - informa una nota dell’ufficio stampa della Giunta - ha effettuato una serie di sopralluoghi nella città di Cosenza per verificare lo stato degli stabili, di proprietà di Ferrovie della Calabria e ora passati alla Regione, al fine di capire le reali esigenze dell’utenza in termini di servizi e quali lavori di ammodernamento realizzare nel prossimo futuro. 

La prima tappa della giornata cosentina dell’assessore Fedele, accompagnato dal dirigente del settore trasporti Giuseppe Pavone insieme ad alcuni tecnici e dirigenti delle FdC, tra cui il direttore generale Lo Feudo, ha riguardato l’autostazione gestita da Ferrovie della Calabria.
Fedele ha, poi, visitato la stazione di Vaglio Lise, gestita per metà da Ferrovie della Calabria e per metà da Rfi, e le officine di proprietà dell’azienda calabrese, posizionate in immediata prossimità della stazione attrezzate sia per la manutenzione ferroviaria che automobilistica, per poi terminare con l’ispezione della stazione di Cosenza centro.
“Cosenza – ha dichiarato l’assessore Fedele – rappresenta una delle sedi più importanti per le ferrovie calabresi perché in città sono dislocati vari siti gestiti dall’azienda regionale di trasporto. Un motivo, quindi, che ci ha spinto a compiere un esame più accurato degli stabili per attestarne le condizioni reali e di conseguenza programmare, dov’è necessario, interventi di rinnovamento, ma, soprattutto, per verificare l’efficacia dei servizi espletati e rendere il sistema di trasporto pubblico sempre più efficiente. Abbiamo, quindi, iniziato dal terminal bus di Cosenza che, pur presentandosi in condizioni discrete, può essere migliorato ulteriormente sia in termini di restyling che di servizi da offrire, maggiormente, all’utenza. Nell’Autostazione cosentina – ha affermato ancora l’esponente della Giunta - converge quotidianamente una grande quantità di viaggiatori costituiti da studenti o pendolari. Ecco che, introdurre elementi di ammodernamento, che vanno da nuovi display a rinnovati punti di informazioni, diventa fondamentale. Esiste, di fatto, una forte disponibilità dell’azienda, sotto impulso dell’assessorato che dirigo, di muoversi verso questa direzione. La Regione –– ha precisato Fedele - ha tutto l’interesse per far sì che l’azienda sia la più propositiva possibile e stia, soprattutto, al passo con i tempi per garantire il diritto alla mobilità dei cittadini. Con l’acquisizione della Società - ha detto infine l’assessore ai trasporti - la Regione intende dare concretezza alla volontà di questo assessorato, e per primo del presidente Scopelliti, attraverso l’attuazione di un percorso che mira al consolidamento e al rilancio della principale azienda di trasporto pubblico locale calabrese, con 860 dipendenti, e che gestisce circa 8 milioni di km per bus e 1,1 milioni di km per treno all’anno”.

Vota questo articolo
(0 Voti)