Direzione Desk 1

Direzione Desk 1

Malito- È stato trovato nelle campagne di Malito un ordigno bellico inesploso.  La granata, lunga circa 30 cm e risalente alla seconda guerra mondiale, è stata ritrovata da un uomo che stava portando il proprio gregge al pascolo. Sono intervenuti sul posto  gli agenti del Corpo forestale dello Stato e i carabinieri. L’ordigno, che aveva mantenuto intatte tutte le sue caratteristiche esposivee quindi  il proprio potenziale distruttivo,  è stato fatto brillare dagli artificieri dell'Arma. 


In occasione dell’ ITB di Berlino la calabria si “avvicina” alla Germania. A partire dal 27 aprile fino al 26 ottobre, la compagnia tedesca infatti, incrementerà le frequenze sull'aeroporto di Lamezia Terme da Colonia e Stoccarda ed attiverà la nuova rotta Lamezia - Hannover.

Mercoledì, 13 Marzo 2013 18:04

Cosentino: registrata scossa sismica.

 
Una scossa sismica di magnitudo 2.8 è stata registrata questa mattina alle 6.27 nel nord ovest del territorio della provincia di Cosenza.

Catanzaro- Si è concluso il processo di secondo grado nei confronti delle persone coinvolte nell'inchiesta chiamata “Rinascita” sul traffico di droga che riguarda la parte sud della città.
La maxi operazione antidroga della Direzione distrettuale antimafia di Catanzaro vede coinvolti, a gestione del traffico di stupefacenti, gruppi di individui di etnia rom.
Il processo ha portato a 16 condanne ridotte, 1 assoluzione e 32 pene confermate, i giudici della Corte d'appello hanno emesso la sentenza di secondo grado con numerosi sconti di pena per via di assoluzioni per singole contestazioni, o per prescrizione dei reati. Tutto ciò anche se precedentemente Marisa Manzini, sostituto procuratore generale, aveva chiesto la condanna per 4 persone completamente assolte in primo grado, un aggravio di pena per altre 6, e la conferma della prima sentenza di condanna per altre 43 persone.
I frutti che si raccolgono oggi sono dovuti al costante lavoro della Dda di Catanzaro; L'operazione «Rinascita» infatti ha inizio il nove novembre 2010 nel capoluogo, dove 73 provvedimenti cautelari furono disposti su richiesta a della Direzione distrettuale antimafia di Catanzaro. Si arrivò in quell’occasione ad individuare due distinti gruppi criminali nomadi (uno facente capo a Domenico Berlingeri e l’altro a Silvano Berlingeri) che avrebbero avuto la totale gestione del mercato della droga in tutti i quartieri a sud della città di Catanzaro . Associazione armata finalizzata al traffico di droga fu una delle accuse mosse a numerosi indagati dell’inchiesta, trovati in possesso di numerose armi da fuoco.