Mercoledì nove marzo nell'auditorium del liceo Scientifico Filolao...

Mercoledì nove marzo nell'auditorium del liceo Scientifico Filolao, la preside Antonella Romeo
ha raccontato il nuovo romanzo dello scrittore calabrese Gioacchino Criaco.


Intitolato il Saltozoppo ha introdotto un'atmosfera all'apparenza spensierata in quanto tipico gioco di bambini che si sfidando su una gamba sola.
Presenti anche il Club Velico e il comune di Crotone, e alcuni alunni del liceo Classico Pitagora.
Il romanzo narra una storia d'amore tra Agnese Therimme e Julien Dominici, figli di due famiglie rivali,che si
contendono il potere nei territori di Aspromonte.
I primi simboleggiano le aquile che cercano di strappare brandelli di terra ai Dominici che invece rappresentano i lupi
che devono ascoltare le parole del loro cuore.
In questa storia gli uomini vivono la memoria come un'oppressione al contrario delle donne che la vivono come un periodo d'attesa,
quindi donne rivoluzionare che vogliono modificare tutti gli aspetti della loro terra.
Il cammino di Julien si incrocia con un ragazzo cinese che viene sfruttato in ambito lavorativo in Europa.
Paragona il suo mondo a quello italiano con una storia che parla di un'occupazione del sud della Cina da parte del nord con l'obbiettivo di creare un'unica nazione.
Tramite l'accaduto nacquero le Triadi, organizzazioni paragonabili ,a quelle italiane come. l' ndrangheta e la mafia.
Proprio come dice lo scrittore. " La calabria è una terra strana, sospesa tra passato e presente. la sua lingua
non contiene il futuro dei verbi, il domani è affidato al destino"
Ci vuole dire e spiegare la complessità di questa terra crudele che non può essere racchiuso nell' ndrangheta.....c'è all'interno il male
che è parte di ogni uomo, associato dall'ingiustizia vera o presunta che sia.
Parla di tante razze diverse che debbano essere costrette a vivere in un palazzetto d'argilla serrato fra due mari e un sole impetuoso".
Vuole quindi indagare le ragioni di quella terra così complessa..... e difficile da comprendere.
Era presente anche l'autore Peppino Mazzotta che ha letto un brano scritto e dedicato alla nostra città.
Un'esperienza che gli studenti porteranno sempre con loro.

Alessandra Ceraso


3C

Vota questo articolo
(782 Voti)
Devi effettuare il login per inviare commenti

Ad2