La storia è nelle piccole cose e nei piccoli paesi

Artigianato, antichi mestieri, itinerario gastronomico, artisti di strada e musica etnica trasformano Bivongi, comune in provincia di Reggio Calabria,

in un museo vivente. L’opportunità di fare un tuffo nel passato è offerta dalla famosa Fiera della Badia che si svolge nel ridente borgo Calabro, il 17 e il 18 Agosto, ogni anno. La mostra mercato ha origini molto antiche, risale al 1450, ma solo nell’1800 prende il nome con cui è conosciuta attualmente. I visitatori passeggiano tra le caratteristiche viuzze del centro storico, calati in un atmosfera unica distinta da odori e sapori antichi, e degustano: l’olio, il vino, la soppressata, il miele, eccellenze di un territorio a forte vocazione contadina che hanno favorito lo sviluppo economico locale. I bivongesi allietano la visita con canti, balli e costumi tradizionali. Interessante l’artigianato locale che va dalla tessitura della seta ai pregiati prodotti dell'artigianato tessile, al ferro battuto, alla lavorazione artistica della ceramica, al legno. Lo sguardo del visitatore, inoltre, si poserà su una vallata incantevole, attratto da tutte le sue bellezze: il Parco Naturale, le Terme, le Cascate del Marmarico e le grotte eremitiche; per non parlare delle chiese e dell’ unico monastero greco-ortodosso di San Giovanni Theristis, testimonianza del mondo bizantino.
LEOTTA FATIMA LICEO SCIENTIFICO A. GUARASCI SOVERATO

Ultima modifica il Venerdì, 16 Ottobre 2015 11:41
Vota questo articolo
(146 Voti)
Devi effettuare il login per inviare commenti

Ad2