Ancora una cronaca di criminalità nella quale incuteresti sono protagonisti di mafia a Reggio Emilia, infatti lo scorso febbraio i carabinieri di Reggio Emilia sono intervenuti per una lite e sono riusciti a scoprire un giro di estorsione e usura.

Per il momento sono tre le vittime accertate e grazie anche alle intercettazioni : un italiano e due stranieri. La vittima italiana era stata obbligata a sottoscrivere una scrittura privata dove si diceva che Spagnolo (47enne di origine cutrese ritenuto colui che prestava materialmente i soldi) aveva svolto nella sua abitazione lavori di ristrutturazione pari all'importo avuto in prestito e ai relativi interessi. In questo modo,
l'indagato poteva vantare un credito apparentemente lecito e nascondere l'attività di usura. Per ottenere il documento gli indagati ricorrevano anche a pesanti minacce in un caso pure di morte. Minacce talmente concrete che le vittime facevano di tutto per restituire i soldi e non avevano nessuna intenzione di presentare denuncia. Il comandante provinciale dei carabinieri di Reggio Emilia ,Antonino Buda, lancia questo appello :"Ci rivolgiamo alle altre vittime invitandole a parlare e a denunciare questi gravi reati, perché solo così si potrà liberare il campo da questo fenomeno delittuoso estremamente diffuso sul nostro territorio a fronte di denunce che , invece, sono davvero poche".

Orsola Ramogida 1 A
Claudia Macrì 1 A
Scuola Media Margherita, Ic Papanice Crotone

Vota questo articolo
(2 Voti)
Devi effettuare il login per inviare commenti

Ad2