Badolato vittima di un assalto alle Poste Italiane

Pistola in pugno e coi volti scoperti da una maschera da pagliaccio ed un passamontagna hanno cercato di rapinare l’ufficio postale di Badolato Superiore, senza però riuscire a superare la blindatura. È accaduto ieri poco prima dell’orario di chiusura dell’ufficio, a due passi dalla piazza

principale del borgo. I due malviventi hanno aspettato che tutti i clienti terminassero le operazioni, provando così a cogliere di sorpresa il direttore: subito dopo l’irruzione, uno di loro ha puntato la pistola contro il dipendente, che comunque si trovava al di là della vetrata blindata, mentre il complice provava a sfondare la porta con una mazza. Il tentativo di forzatura è durato per diversi concitati minuti, durante i quali i due malviventi hanno manifestato un po’ di nervosismo e scambiato qualche parola tradendo un accento della zona. Poi, frustrati per l’inutilità dei loro sforzi e di fronte alla lucidità del direttore dell’ufficio, che era nel frattempo riuscito ad avvisare i carabinieri con una telefonata, si sono dati alla fuga. Ovviamente sono scappati a piedi, gettandosi nel dedalo di strette vie del borgo medievale, facendo perdere le loro tracce; probabilmente, saranno riusciti a nascondersi in qualche luogo sicuro individuato in precedenza, oppure, una volta certi di non essere seguiti, avranno raggiunto un’automobile parcheggiata nei pressi della strada provinciale. Dalle notizie diffuse oralmente i carabinieri  della stazione cittadina hanno avviato le indagini assieme ai colleghi del nucleo operativo di Soverato. I militari hanno raccolto la testimonianza del direttore, come impronte digitali, lasciati dai due ladri che, evidentemente, avrebbero studiato il colpo senza tener conto della difficoltà di sfondare  un vetro ed una porta blindati. Sicuramente puntavano ai soldi che l’ufficio avrebbe dovuto avere per pagare le pensioni: in questi giorni, infatti, la filiale del borgo apre a giorni alterni per soddisfare le esigenze degli anziani, mentre nella restante parte del mese rimane aperto un solo giorno a settimana.
Bassa Piero
ITT G.Malafarina, Soverato
2D

Vota questo articolo
(8 Voti)
Devi effettuare il login per inviare commenti

Ad2