Indimenticabile il giorno della memoria

Indimenticabile il giorno della memoria, il 27 gennaio del 1945 sono stati liberati milioni di ebrei dal campo di lavoro di Auschwitz,

i quali hanno combattuto con forza e dignità per raggiungere la salvezza e la libertà. Per tutti è un giorno molto importante, nel quale ricordiamo la sofferenza che hanno dovuto subire persone come noi. Oggi anche i bambini di età inferiore ai sei anni hanno compreso l’orrore del nazismo, com’è avvenuto a Cirò Marina, dove gli insegnanti hanno spiegato loro questa tragedia, con concetti non troppo difficili e con la visione di film come  “Il bambino con il pigiama a righe” o “La vita è bella”. Queste sono alcune delle dichiarazioni  del dirigente  del polo d’infanzia “baby kinder park” Lucia Sacco che nelle giornate precedenti ha eseguito lezioni educative, parlando appunto della shoah per insegnare loro il  “rispetto”. Questo 27 gennaio infatti sono ormai ben 70 gli anni trascorsi dall’ apertura dei cancelli di Auschwitz. Tutto questo per colpa di alcuni uomini,  non sicuramente di tutti i tedeschi. Il processo che portò alla deportazione degli ebrei partì  da una serie di campagne di stampa o episodi e comportamenti razzisti e discriminatori. Le lezioni al BPK si sono svolte in  tre giornate, tre incontri emozionanti, accompagnati dagli sguardi curiosi dei bambini che in quei momenti apprendevano una realtà, raccontata con serenità e semplicità.

Francesco Barbuto e Andrea Camposano scuola media Anna Frank

Vota questo articolo
(380 Voti)
Devi effettuare il login per inviare commenti

Ad2