Universitari calabresi spacciatori di droga

Quattro gli studenti finiti nelle gabbie, per opera della Polizia di Stato di Messina,grazie alle intercettazioni telefoniche che hanno permesso di smascherare alcuni falsi universitari ma, reali spacciatori.
Il traffico avveniva tramite gli studenti, dove di solito chi studia porta libri, pesano e tanto, la droga è più leggera.
Incuranti delle conseguenze i fratelli Condò, questo è il casato d’appartenenza, di due degli arrestati, la droga veniva occultata in casa.
Quando la Polizia ha fatto irruzione nell’appartamento ha trovato, non ben nascoste, circa un chilo e ottocento grammi di marijuana che, immessa sul mercato, avrebbe fruttato decine e decine di miliardi di euro.
Infine, essi sono stati portati in carcere… sperando che ci rimangano il più a lungo possibile.

 

Elisa Felicetta
Classe 2°A
Scuola media
Convitto Nazionale P. Galluppi

Vota questo articolo
(4 Voti)

Articoli correlati (da tag)

Devi effettuare il login per inviare commenti

Ad2