Esiste ancora la vita senza pubblicare su instagram? Diffondendosi in tutto il mondo si è ormai imposto tra i social network più utilizzati.

Infatti, milioni di persone, se non di più, ogni giorno si registrano inserendo foto proprie. Si seguono persone, si applicano filtri e si osservano foto pubblicate che riguardano i momenti più personali della vita di qualunque persona. Fu fondato quando Kevin Systrom cooperava con Mike Krieger nel 2010. Si può accedere sia da tablet che da telefoni. Di conseguenza dobbiamo ammettere che con estrema facilità ha occupato anche il più personale dei momenti della nostra vita. Capire quale sia con essi l'uso più adatto e il più corretto è faticoso. In Italia è un fenomeno esploso per persone di tutte l'età. Persino molti genitori pubblicano ormai foto dei propri figli per mostrare il loro splendore a tutto il mondo, facendole diventare proprietà del web senza preoccuparsi del dopo. In realtà anche se si presenta innocuo pubblicare qualsiasi tipo di foto non lo è perché si annulla ogni traccia d'intimità e di privacy. Qualsiasi segno rimane un marchio incancellabile. Tutte quelle mamme e papà appassionati a condividere ogni istante della vita dei loro figli sprecano il tempo senza vivere e comprende le vere emozioni. Dopotutto una foto non può trasmettere un' emozione vissuta.

Fera Dania

III E Liceo Scientifico Antonio Guarasci Soverato

Ultima modifica il Venerdì, 21 Aprile 2017 11:58
Vota questo articolo
(943 Voti)
Devi effettuare il login per inviare commenti

Ad2