Dopo il grandioso successo della scenetta nelle Mattinate Fai dello scorso anno a Davoli Superiore, quest'anno a Satriano si è interpretata "La Picocca"

prodotta dal professore nonché sceneggiatore Ulderico Nisticò. La rappresentazione è andata in scena il 28 e 29 Novembre e ha raccontato la storia di Satriano partendo dalle sue origini. La trama è stata avvincente e coinvolgente. Inoltre, la peculiarità della location: il giardino di Palazzo Ranieri, ha costituito il vero fiore all'occhiello dello spettacolo perché è stata capace di trasportare gli spettatori nella vera e propria vita del '700. Il cast è stato formato dagli stessi allievi del Liceo Scientifico A.Guarasci: Francesco Persampieri che ha interpretato il principe Filippo Ravaschieri, Dania Fera nei panni di Donna Teresa, moglie del principe, mentre il ruolo di Maria Amalia Filangeri, nipote di Donna Teresa, è stato affidato ad Elisabetta Licciardi. I costumi del principe e di Maria Teresa Amalia sono stati realizzati dalla sarta Barbara Schiavone di Montepaone Lido, mentre quello di Donna Teresa è stato disegnato e cucito dalla signora Marisa Magisano di Soverato. Il tocco di classe in questa scena teatrale è stato dato dalla violinista Gemma Borrelli, la cui musica non ha avuto solo la funzione di semplice intermezzo alle azioni principali, ma è stata una vera e proprio protagonista. Ma il successo e lo svolgimento di questa straordinaria manifestazione si deve alla professoressa di Lettere del Liceo Scientifico "A. Guarasci" Ornella Ieropoli, il cui l'impegno ha reso le giornate Fai un appuntamento senza eguali.

Fera Dania
III E Liceo Scientifico A. Guarasci Soverato

Ultima modifica il Venerdì, 21 Aprile 2017 12:02
Vota questo articolo
(1143 Voti)
Devi effettuare il login per inviare commenti

Ad2