DISTILLATO DI FELICITA'

Spesso scandiamo le giornate della nostra vita tra computer, TV, videogiochi e musica.

Tutte queste cose oramai sono parte integrante di ognuno di noi, ma si dice che qualcosa sta cambiando. Sarà così? Si, è proprio così nelle nostre giornate abbiamo aggiunto la compagnia di un libro che ha il profumo d'inchiostro e carta stampata. Di fatto, il mercato dei libri dopo vari anni di letargo si è finalmente svegliato per merito di tutti i giovani che leggono più degli adulti. Io, dipendente di libri credo che la lettura può essere quasi paragonata alla sagoma della felicità. Sembra strano dire che può assomigliare alla felicità, ma per me è così. Mi abbandono molte volte nelle storie dei libri e spesso posso immergermi in avventure eroiche. Solo nei libri le idee e i pensieri degli altri vibrano dentro me e riescono a farmi ragionare. Per questo motivo per non avere una vita vuota, bisogna leggere, qualsiasi cosa, qualunque genere, basta che si legga. Io, personalmente in questo momento della mia vita preferisco leggere romanzi. Penso comunque che ognuno di noi debba riuscire a trovare un libro capace di vestire tutti i grammi della sua anima.

Fera Dania III E

Liceo Scientifico Antonio Guarasci Soverato

Vota questo articolo
(1130 Voti)
Devi effettuare il login per inviare commenti

Ad2