Uccide il figlio a forbiciate per punire il marito infedele

Come si fa a uccidere sangue del proprio sangue, senza alcuna pietà?

Questa è la domanda che si pongono molte madri e cercano di capire il motivo che ha spinto Daniela Folconi 43 anni di Rovito (Cosenza) a uccidere suo figlio Carmine di soli 11 anni.
Il padre del bambino si è recato a scuola a fine lezione per prendere il figlio, si è sentito rispondere dal personale che il bambino a metà mattinata era andato via insieme alla madre. L’uomo si è immediatamente allarmato ricordandosi della lite della sera precedente avvenuta perché aveva un’ altra donna e quest’ ultima era rimasta in cinta.
La madre dopo aver preso il figlio dalla scuola ha girato per un giorno e mezzo per le montagne della Sila, mentre la polizia la cercava ovunque.
Domenica arrivata in zona Crocetta, difficile da credere ma Daniela ha trafitto la gola del bambino con le forbici, poi ha tentato di impiccarsi con una cintura ma non ci è riuscita, in seguito con le stesse forbici si è colpita all’addome e al collo. Il figlio è morto sul colpo mentre la madre in seguito è stata portata in ospedale, non è in pericolo di vita.
Daniela si è difesa dicendo che ha agito in questo modo per togliere al marito la cosa che aveva più caro perché non aveva accettato il tradimento.
Come fa una mamma a dire una cosa del genere? Carmine era anche suo figlio, e non può “ punire” il tradimento del marito uccidendo il figlio che ha portato in grembo per nove lunghi mesi, che ha aiutato a imparare a camminare e tutte le piccole cose che una mamma fa per un figlio.
La cosa più raccapricciante di questa disgrazia è che il figlio durante l’ aggressione ha cercato di difendersi ma, avendo la cintura di sicurezza non è riuscito a scappare dalla furia omicida della madre che “pentendosi” ha cercato di suicidarsi.
Spero con tutto il cuore che Carmine sia l’ ultimo nome di bambino della terrificante lista dei figli uccisi dalle mamme o dai padri in “momenti di follia”.

 

 

Victoria Critelli
Classe 2°G
ITC Grimaldi-Pacioli di Catanzaro

Vota questo articolo
(5 Voti)
Devi effettuare il login per inviare commenti

Ad2