Ogni giorno centinaia di persone subiscono diversi tipi di violenze.

Spesso abbiamo paura di accendere la televisione e guardare il telegiornale perché non c’è giorno in cui non si parli di violenze sulle donne, sia sessuale che fisiche, o di bambini e bambine che vengono abusati. Sul dizionario la parola violenza vuol dire: azione compiuta da una o più persone che operano sinergicamente con lo scopo di arrecare danno a una o più persone o animali. Ma può essere anche una violenza psichica che ti distrugge dentro, moralmente e mentalmente come è accaduto qualche giorno fa nella nostra classe. Non c’è cosa più brutta che uccidere una persona con le parole, parole che nemmeno ad una bestia diresti, parole che ti entrano dritte dritte nella mente e che non le scordi mai, tanto da ossessionarti e quasi convincenti che forse sono vere e che è meglio togliersi la vita. Queste più che violenze sono vere e proprie cattiverie: che gusto c’è nell’offendere e veder distruggere una vita umana per sfogarsi o per divertimento! Per questo dico mettiamoci una mano sulla coscienza e prima di dire o di fare qualcosa contro qualcuno pensiamo alle conseguenze belle o brutte che siano.
Greco Denise Lucia e Scicchitano Roberto
I.T.C. Grimaldi Pacioli 2C

Vota questo articolo
(1 Vota)
Devi effettuare il login per inviare commenti

Ad2