La festa di San Valentino, dall'origine ai banchi di scuola

Il 14 Febbraio è San Valentino:festa degli innamorati.

L' origine di questa è il tentativo della Chiesa cattolica di porre termine ad un popolare rito pagano per la fertilità. Per gli antichi Romani il mese di Febbraio era considerato il periodo in cui ci si preparava all'arrivo della Primavera, considerata la stagione della “RINASCITA”. Si iniziavano i riti della purificazione: le case venivano pulite, vi si spargeva il sale ed una particolare farina. I padri della Chiesa, determinati a mettere fine a questa pratica licenziosa, cercarono un santo “degli innamorati” per sostituire l’immorale Lupercus. Nel 496 d.C Papa Gelasio annullò questa festa pagana ed iniziarono il culto di San Valentino, un vescovo che era stato martirizzato circa 200 anni prima. San Valentino nato a Terni nell'anno 175 d.C. divenne così il patrono dell'amore e

protettore degli innamorati di tutto il mondo. Valentino dedicò la sua vita alla comunità cristiana e alla città di Terni dove infuriavano le persecuzioni contro i seguaci di Gesù. Fu consacrato vescovo della città nel 197 d.C. dal Papa San Feliciano ed è considerato il patrono degli innamorati, poiché la leggenda narra che egli fu il primo religioso che celebrò l'unione fra un legionario pagano e una giovane cristiana. Anche in Gran Bretagna si festeggia il san Valentine’s Day.Oltre alle usanze diffuse in moltissimi paesi del mondo di scambiarsi biglietti d’amore e cioccolatini,in Inghilterra si è soliti pubblicare sui giornali versi e parole d’amore indirizzati alla persona di cui si è innamorati. Un’altra tradizione è quella di intonare romantiche serenate cantate soprattutto dai bambini,che ricevono doni e dolcetti. Le giovani donne
single,si svegliano presto e restano vicino alla finestra a guardare le persone che passano: si dice,infatti,che il primo uomo che una donna non sposata vedrà
il giorno di San Valentino,sarà il suo futuro marito. Negli States San Valentino è una festa particolarmente sentita non solo dagli adulti ma anche dai bambini.
Nelle scuole viene spesso organizzata per l’occasione una festa di classe in cui ci si scambia regali e bigliettini pescati da una scatola con decorazioni in tema fatte dagli scolari stessi.

Claudia Sculco 3’C Convitto Nazionale P.Galluppi

Vota questo articolo
(12 Voti)
Devi effettuare il login per inviare commenti

Ad2