Incidenti assurdi...Siano

Al giorno d’oggi è sempre più difficile trovare un lavoro onesto e, quando lo hai trovato,

spesso rischi pure di avere incidenti pericolosi. E’ accaduto una decina di giorni fa, a Siano, mentre stavano facendo dei lavori vicino una curva, per togliere l’argilla che scendeva dalla montagna. L’addetto al traffico rallentava le macchine, quando un uomo, che parlava al telefono in auto, arrivava ad alta velocità e, senza accorgersi di niente investiva il giovane. L’uomo adesso è in ospedale in condizioni veramente critiche. Ed io allora, mi chiedo se è possibile che per colpa di un incosciente distratto, un uomo rischia di morire. Siamo sempre più tutti attaccati a questi cellulari, alla guida, e non ci rendiamo conto di quanto possa essere rischioso sia per noi stessi che per gli altri. Quando ci viene voglia di correre in auto pensiamo alle famiglie che vedono i propri figli felici di aver trovato un lavoro e aver realizzato i propri sogni, e poi, all’improvviso, tutto finisce per colpa di qualche uomo incosciente. Scrivo perché voglio ricordare a tutti i lettori che la vita è un bene prezioso; essa è una sola ed è un “peccato” perderla in un incidente. Invito tutte le persone che guidano di essere prudenti sempre, di pensare che il “messaggio” si può mandare anche cinque minuti dopo o che è preferibile fare un po’ di ritardo che correre e rischiare di ammazzare un uomo. 

Gabriella Di Benedetto
II C
I.T.C. Grimaldi - Pacioli

Vota questo articolo
(5 Voti)
Devi effettuare il login per inviare commenti

Ad2