IL TEMPO “PAZZERELLO”

Da anni ormai si può benissimo osservare che non esistono

più le mezze stagioni e Primavera ed Autunno, praticamente, spariranno dal vocabolario nel giro di vent'anni e forse i nostri figli ci chiederanno il significato di tali termini.
Da pochi anni, inoltre, le uniche due stagioni rimaste, Estate e Inverno, sembrano essere in crisi esistenziale. Caldo invernale e alluvioni estivi. Ancora oggi si associa al mese di marzo l'aggettivo "pazzerello", ma in effetti, "pazzerello", ormai è associabile a tutti i mesi.
E noi, a questo punto, ci chiediamo quale sarà la causa di questi cambiamenti?. E’ senz’altro l’inquinamento la causa del surriscaldamento
globale del pianeta, del buco dell'ozono e, quindi un ciclo dell'acqua alterato, dello scioglimento dei ghiacciai e delle catastrofi naturali. Anche la fauna risente di questi cambiamenti e si spinge al di fuori del proprio habitat, in quanto non è più nelle proprie condizioni ideali. Qualche giorno fa in Sicilia, nei pressi dell'Etna, è stata ritrovata una tartaruga gigante, tipica di Africa, Ecuador e regioni del mondo comunque molto estranee all'isola siciliana.
Anche la flora e le coltivazioni, in genere subiscono alterazioni a causa dello sfasarsi delle stagioni. Interi raccolti vanno a male, ci sono anche anni in cui il raccolto è nullo, e si hanno riflessi negativi anche sull'economia.
L'uomo si trova a fronteggiare disagi più che altro comportamentali e di adattamento. Vi è capitato alzarvi la mattina e vedere dalla finestra un sole accecante. Indossiamo vestiti leggeri fino a ritrovarci poche ore dopo sotto la pioggia, a correre a casa a prendere il cappotto pesante e l’ombrello. Capita, poi, che nel pomeriggio riesca il sole e si torna a casa, di nuovo, per cambiarsi e per farsi una doccia visti i sudori provocati dal cappotto pesante. Non sappiamo più come vestirci, un’ora si può andare a mare, in costume da bagno, e l’ora dopo si muore di freddo a causa del vento e della pioggia. Dovremmo camminare con una valigia con i ricambi, in base al tempo ed alle sue imprevedibilità.

Nives Elia
II C
I.T.C. Grimaldi-Pacioli

Vota questo articolo
(2 Voti)
Devi effettuare il login per inviare commenti

Ad2