Concorso Voce ai Giovani Giornalisti: grande successo per la manifestazione, in premio un defibrillatore e un pc

Grande successo ieri per la manifestazione

finale e premiazione del Progetto-Concorso “Voce ai Giovani Giornalisti” svoltosi nella Sala dei concerti di Palazzo de Nobili, a Catanzaro e indetto dalla nostra testata regionale “ Il Tiraccio Voce ai giovani”.

Tanto l'entusiasmo e molta la partecipazione da parte degli studenti di tutta la regione, inaspettate presenze anche dagli istituti più lontani dal capoluogo, come quelli dei comuni del reggino, della locride, del cosentino, che, nonostante la distanza, hanno voluto essere presenti e partecipare in prima persona alla conclusione di questa iniziativa didattica-culturale che li ha visti protagonisti nel corso dell'anno. L'evento, organizzato e coordinato dal Direttore Responsabile  della testata Claudia de Fazio, ha visto presenti il presidente dell'ordine dei giornalisti Soluri, l'assessore Tony Sgromo in rappresentanza del sindaco Abramo trattenuto in una riunione, una rappresentanza dell'ufficio scolastico regionale nella persona della dott.ssa Franco e la dott.ssa Sonia Talarico, che in sostituzione dell'assessore Caligiuri, bloccato a Milano da impegni istituzionali,  si è congratulata con i giovani “giornalisti in erba” per l'interesse e le capacità dimostrate. Dopo aver salutato i presenti a nome del sindaco e del comune di Catanzaro l'assessore alla pubblica istruzione Sgromo ha voluto sottolineare che

“E' un momento che ci riempie d'orgoglio, è importante perché andiamo a riconoscere dei meriti che i nostri ragazzi hanno ottenuto e voluto applicandosi in una cosa che è molto difficile: riportare con esattezza una notizia che possa poi interessare i lettori.” L'assessore, dopo essersi complimentato con gli organizzatori per l'importante opportunità di crescita data agli studenti, prosegue “Mi auguro che continuerà ad esserci questo premio per molte edizioni perchè è un momento di alta cultura anche per la città di Catanzaro, capoluogo di regione e storicamente “salotto buono della cultura calabrese”, possiamo attraverso questa manifestazione e premi così importanti, conclude l'Assessore, far crescere e conoscere il nome della nostra città.”

La vincitrice una giovane studentessa del liceo scientifico di Oppido Mamertina, Elisa Papalia, ha ricevuto  un pc portatile hp di ultima generazione offerto dalla Ristorart Eventi, unico sponsor del progetto. Tutti gli altri premi sono invece stati offerti dalla redazione organizzatrice. Seconda e terza classificata, rispettivamente Noemi Fiorentino del Convitto Galluppi di Catanzaro e Clorinda Maria Morabito del liceo di Oppido Mamertina, hanno ricevuto un Ipad Air e un Ipad mini. Premi speciali sono stati consegnati ad altri due studenti meritevoli, uno dell'istituto Anna Frank di Crotone, l'altra del liceo scientifico Grimaldi di Catanzaro: Paolo Giampà e Annarita Tammè che hanno ricevuto 2 e-book reader.

Premiato infine l'istituto che, tramite i suoi studenti, si è classificato al primo posto meritando quindi il premio, offerto sempre dalla redazione,  consistente in un defibrillatore Philips.

Il progetto ha avuto il patrocinio dell'Assessorato alla cultura regionale, dell'Ordine dei giornalisti della Calabria e dell'Ufficio scolastico regionale, la cui rappresentante la dott.sa Franco ha voluto sottolineare: “Abbiamo subito sposato questo progetto appena  ci è stato sottoposto, perché rispondente a pieno a quelle che sono le richieste della scuola dell'autonomia e quelle della Comunità Europea,  consapevoli di dover scegliere solo i progetti  più validi tra i numerosissimi che ogni anno ci giungono.”

Anche la dott.ssa Talarico ha sottolineato l'immediata volontà dell'assessorato regionale alla cultura a concedere il patrocinio, vista la valenza culturale e formativa del progetto: “E' stata un'opportunità per i ragazzi per conoscere il proprio territorio, approfondire determinati problemi su cui , forse se non ci fosse stato questo stimolo, non si sarebbero soffermati”. La sala era gremita di gente di tutte le età, numerosissimi i ragazzi che con l'entusiasmo tipico della loro età hanno dato alla serata un tocco di gioiosa allegria.

Dopo aver ringraziato gli organizzatori per l'opportunità data agli studenti calabresi il presidente Soluri sottolinea l'importanza di eventi del genere, sopratutto dopo la riforma dell'esame di stato che prevede la stesura obbligatoria di un articolo di giornale che rappresenta, continua il presidente, “la summa di quello che è la capacità dello studente di sintetizzare le nozioni di cui dispone.” “Crea un collegamento tra la scuola e la società, continua Soluri, permettendo ai ragazzi di scrivere di ciò che vivono e vedono, insegnando con intuito a sintetizzare e analizzare la realtà. Giornalismo e scuola diventano un binomio sempre più interessante, importante e necessario, perchè, pur se in futuro non si vuole fare il giornalista, si dà modo ai ragazzi di crescere e formarsi.”

Nel salutare i presenti a conclusione dell'evento il direttore responsabile de “Il Tiraccio Voce ai Giovani”, la dott.ssa de Fazio, ha espresso la determinazione  a ripetere l'esperienza: “ Il successo ottenuto da questa prima edizione ci dà la conferma della validità del progetto che intendiamo proseguire per molti altri anni, supportati anche dalle numerosissime critiche positive che hanno ritenuto l'iniziativa un momento di altro livello culturale nonché occasione di crescita per i nostri giovani che rappresentano il futuro della società.”

Ultima modifica il Venerdì, 13 Giugno 2014 16:24
Vota questo articolo
(2 Voti)
Devi effettuare il login per inviare commenti

Ad2