(Tempo di lettura: 1 minuto)

Armeni, ancora minacce

I dirigenti dello Sporting Locri sono stai messi sotto scorta a titolo tutelativo in seguito a nuove minacce nei giorni scorsi nei riguardi del presidente della squadra di calcetto femminile a 5 militante in serie A. Sull’auto di Armeni, infatti, sono stati lasciati dei biglietti che lo “invitavano” a chiudere la società. Armeni ha annunciato che a fine mese ritirerà la squadra dal campionato di serie A e si è dimostrato disponibile a cedere la società e il titolo anche gratuitamente. Creare un clima di paura attorno a realtà positive della Locride è veramente vile ed è ancor più vergognoso se si pensa che il calcetto femminile è già spesso soggetto ad attacchi sessisti e pregiudizi. Il presidente del Coni Giovnni Malagò e il presidente della Figc Carlo Tavecchio si sono dimostrati solidali e vicini ad Armeni: per loro “Locri deve giocare”.

Azzurra, Domenica Maviglia
Liceo Scientifico “Zaleuco” –Locri (R.C.)
Classe 5° C


Sporting Locri

Vota questo articolo
(248 Voti)

"Contributi incassati nel 2020: Euro 290.022,88. Indicazione resa ai sensi della lettera f) del comma 2 dell'articolo 5 del decreto legislativo 15 maggio 2017, n. 70"