1140x150-completo-di-qrcode

antincendio-calabriaverde-2023

(Tempo di lettura: 1 - 2 minuti)
Si torna a scuola, i Carabinieri presidiano gli istituti scolastici del catanzarese

Si torna a scuola, i Carabinieri presidiano gli istituti scolastici del catanzarese

Oggi, anche in provincia di Catanzaro, migliaia di bambini e ragazzi hanno

ripreso gli studi in tutte le scuole di ogni ordine e grado. Alcuni di loro hanno indossato per la prima volta il “grembiulino” delle elementari, molti, per la prima volta, hanno varcato il portone delle scuola medie sicuri di iniziare una nuova esperienza nel mondo adolescenziale e altri ancora hanno iniziato l’ultimo anno delle superiori con la consapevolezza che sarà il loro ultimo primo giorno di scuola.
La campanella è suonata puntuale, insegnanti, collaboratori scolastici, dirigenti e segreterie pronti già da giorni a ricominciare il nuovo anno scolastico, lasciandosi alle spalle una caldissima estate. Già dalle 7.30 migliaia di studenti hanno riempito le piazze in attesa del suono della campanella, rincontrandosi proprio lì dove a giugno si erano lasciati. Le piazze si sono riempite anche di genitori e nonni impegnati ad accompagnare figli e nipoti. Il primo giorno di scuola è paragonabile ad una manifestazione di piazza, dove gli assembramenti e gli ingorghi stradali possono costituire una criticità per studenti e cittadini.
In questo contesto anche la presenza dei Carabinieri ha fatto in modo che l’inizio della scuola, il primo ingresso, si svolgesse in massima sicurezza, salvaguardando l’incolumità di tutti. Infatti, nell’intera provincia, il Comando Provinciale Carabinieri di Catanzaro ha incrementato le pattuglie a piedi ed automontate in corrispondenza degli orari di apertura delle scuole, dimostrando sin dal primo giorno la vicinanza dell’Arma al mondo scolastico, agli studenti e ai genitori per continuare a costruire un futuro improntato alla legalità e al rispetto dei diritti di ogni persona.
Nel corso dell’anno, come di consueto, i Carabinieri incontreranno gli studenti nelle loro scuole per parlare di importanti temi come il bullismo, la violenza di genere, la sicurezza stradale, i modi sani e legali di divertirsi nel rispetto della vita e della libertà degli altri.

Vota questo articolo
(0 Voti)

 Contributi incassati nel 2023: Euro 290.022,88. lndicazione resa ai sensi della lettera f) del comma 2 dell'articolo 5 del decreto legislativo 15 maggio 2017, n. 70