Time: 4:35

Fatti della stessa sostanza….

Giovedì, 16 April 2015 15:06

La nostra è una società multietnica; nelle città, soprattutto nelle metropoli,

c’è una forte presenza di immigrati, che portano da i loro paesi di origine religioni, modi di fare e di vivere molto diversi dai nostri. Il fenomeno dell’immigrazione è, sia per chi ospita sia per chi arriva, un dono, perché tutti possiamo imparare nuove tradizioni e culture. La parola chiave per far si che tutti possano andare d’accordo è “INTEGRAZIONE”, che purtroppo non è presente in tutto il mondo ed è il motore per portare avanti la nostra società. Quest’ultima, però, sembra aver dimenticato la sua importanza. Per raggiungere l’integrazione dovrebbe esserci il rispetto reciproco e dovrebbe essere abolita la discriminazione. Per avere il rispetto reciproco, per esempio, un cittadino non dovrebbe opporsi alla costruzione di una moschea nel suo quartiere, oppure un immigrato non dovrebbe lamentarsi della presenza del Crocifisso in un’aula scolastica. Invece, la discriminazione potrebbe essere sconfitta cominciando ad insegnare ai giovani, che sono il futuro della società, che tutti siamo uguali e vanno rispettati le religioni, le tradizioni e i modi di vivere degli altri. Il mondo sarebbe migliore con l’integrazione, tutti abbiamo bisogno di essa. Stop discriminazione, più integrazione! L’auspicio è che l’odio e l’intolleranza vengano messe da parte per far spazio al rispetto e alla tolleranza reciproca, per far in modo che l’immigrato si senta a su agio, come a casa sua. Purtroppo la strada è ancora lunga e, nonostante siano trascorsi decenni, oggi è attualissima la frase che Martin Luter King pronunciò con il suo discorso più famoso: “Abbiamo imparato a volare come gli uccelli, a nuotare come i pesci, ma non abbiamo ancora imparato la semplice arte di vivere insieme come fratelli.”
Ludovica Policastrese
scuola media anna frank

Vota questo articolo
(3 Voti)
Devi effettuare il login per inviare commenti

Concorso Voce ai giovani giornalisti

LOGO BOCCACCIO2

(c) 2012- 2016 il Tiraccio - VOCE AI GIOVANI | Reg. Trib. Castrovillari n. 44 del 30/11/1977
Direttore Responsabile Claudia De Fazio
Editore: Gesc soc coop, seconda traversa Milano 5, 88100 Catanzaro.  R.E.A. 177499  P.I. 02783800796 

Questo sito è conforme alla direttiva 2002/58/CE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 12 luglio 2002, relativa al trattamento dei dati personali e alla tutela della vita privata nel settore delle comunicazioni elettroniche

WEBSITE: MEDIA24 works